Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget
polpette in pentola a pressione

Come fare le polpette al sugo in pentola a pressione

Come fare le polpette al sugo in pentola a pressione? Facilissimo! Puoi usare la tua ricetta tradizionale per preparare le polpette al sugo in pentola tradizionale, variando la modalità di cottura e alcuni ingredienti. Il risultato sarò un secondo piatto che può fungere anche da primo se buttiamo in pentola degli spaghetti. Le polpette cotte così si sciolgono letteralmente in bocca. Inoltre, la cottura a pressione è veloce e preserva i sapori, rendendo la carne tenera e saporita, ottimizzando i tempi ed i consumi.

La mia ricetta delle mie polpette al sugo è facile e veloce e permette di cucinare una pietanza sana che una volta a tavola piace a tutti. Inoltre, se avete poco tempo da dedicare alla cucina, tra impegni vari, un ulteriore consiglio è di cucinare quantità superiori e creare una scorta da riporre in congelatore.

Perché comprare una pentola a pressione? Per una miriade di motivi, di cui il principale è il fattore risparmio sotto tanti punti di vista. La pentola a pressione permette di cucinare i cibi più velocemente, con grande risparmio di energiapreservandone i sapori e i valori nutrizionali. Ottimo alleato per chi ha pochissimo tempo da dedicare alla cucina, permette di portare a tavola un ottimo brodo di carne in meno di 40 minuti.

Perché preferisco cucinare le polpette al sugo in pentola a pressione? Semplicissimo: come detto, la carne risulterà tenera e saporita, mentre spesso la cottura tradizionale spesso rende le polpette asciutte.

Ma questo non è l’unico consiglio, eccone degli altri e se siete interessati ad approfondire l’uso che faccio di questa pentola, vi rimando agli articoli dedicati.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg di carne macinata a piacere (mista o meno)
  • 1 uovo grande o 2 piccole
  • 60 g di parmigiano reggiano
  • latte q.b.
  • pane grattugiato q.b.
  • sale ed un pizzico di pepe

Per il sugo:

  • 1 bottiglia di passata rustica
  • un barattolo di polpa di pomodoro in pezzetti
  • 1 cipolla e 1 carota sminuzzata
  • 1 foglia esterna di finocchio
  • 1 costa di sedano
  • 1 bicchiere e mezzo di acqua
  • olio evo q.b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • qualche foglia di basilico

Prepariamo le polpette:

  1. in una capiente ciotola mettere il macinato che andrà schiacciato con una forchetta.
  2. Al centro riporre: uova, il parmigiano, due cucchiai di pane grattugiato, il sale ed il pepe, un goccio di latte.
  3. Impastare fino a d amalgamare bene gli ingredienti.
  4. Se l’impasto è troppo asciutto, aggiungere un filo di latte.
  5. Il risultato finale dovrà essere un impasto morbido, ma lavorabile, quindi non appiccicoso.
  6. Formare le polpette delle dimensioni gradite.

Prepariamo il sugo:

  1. Prendere la pentola a pressione e aggiungiamo un fondo d’olio.
  2. Accendere il fornello grande, a fiamma medio/bassa.
  3. Sminuzzare cipolla e carote e fate soffriggere, unendo le polpette che dovranno dorarsi.
  4. Sfumare con il vino bianco.
  5. Aggiungere il pomodoro in barattolo ed in vaso di vetro.
  6. Aggiungere l’acqua, il basilico, la costa di sedano e quella di finocchio.
  7. Salare e pepare.
  8. Chiudere e portare fino al fischio a fiamma media. Abbassare la fiamma e far cuocere per circa 20 minuti fino a quando il profumo del sugo non sarà intenso.
  9. Una volta sfiatata la valvola, se il sugo risulta acquoso, farlo asciugare a fiamma media, senza coperchio.

Ma lo sai che?

  • Con il tempo, imparerai a distinguere dal fischio, quando una pietanza è pronta o quando i liquidi si stanno asciugando troppo e si rischia di bruciare la pietanza.
  • Puoi congelare il sugo e le polpette pronte, dentro un vaso di vetro o un contenitore di plastica.