Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget

Come organizzare le tessere fedeltà

Come organizzare le tessere fedeltà?!?

Esistono dei modi per radunarle senza dimenticarne una o senza danneggiare il portamonete gonfio con la zip pronta ad esplodere?

Come organizzare le tessere fedeltà del supermercato e non solo, non è fattore trascurabile! Insomma, il risparmio sulla spesa quotidiana o settimanale passa anche di qui. Sul totale di fine scontrino tra 20 centesimi da una parte ed un euro dall’altra, la differenza si vede, soprattutto alla fine del mese!

Potrebbe interessarti leggere “Come Risparmiare”

Il fatto è che soprattutto per chi vive in città, le carte fedeltà sono tante, troppe e allora subentra l’esigenza di organizzarle.

Per le Mamme come me, poi, quelle che la borsa è il pozzo di San Patrizio. Quelle che la borsa deve contenere: acqua, macchinine, pennarelli, quadernini, fazzolettini di due tipi, etc. qualche volta diventa complicato anche trovare le tessere fedeltà.

E mettiamoci che il personale di cassa va sempre più veloce (meglio così) e qualche volta non si ha nemmeno il tempo di imbustare. Ed è così che resto e tessera finiscono nell’oblio del fondo della borsa. Qualche volta, poi, ci rimangono fino alla spesa successiva quando il toto “dove diamine è finita” si ripresenta puntuale.

A tutto questo aggiungiamoci che con le nuove policy di alcuni ipermercati, dimenticare la tessera, implica non riuscirne ad ottenerne una copia e nemmeno una nuova. Ed è vietato chiederla anche alla signora dietro. 

Perciò che la carta fedeltà vi serva solo ed esclusivamente per beneficiare degli sconti (come nel mio caso) o anche per accumulare i punti e ottenere premi che puntualmente non si riscattano mai, la domanda è: come organizzare le tessere fedeltà?

  • Raggruppiamole tutte in un anello tipo portachiavi. Ci occorrono una bucatrice e un portachiavi. Allineiamo le tessere e foriamo al lato opposto rispetto alla banda magnetica. In questo modo sarà più facile recuperarle.
  • Applicazioni: scaricare un’app che funzioni anche offline, dove memorizzare tutte le carte. L’unica difficoltà è in presenza di cassiere poco avvezze alla tecnologia. In questo caso, sarà sufficiente dettare il numero.
  • Un borsellino con un portacarte a fisarmonica è un altro sistema per non dimenticarne nemmeno una, soprattutto in città dove le insegne sono innumerevoli.

Consigli:

  • alla richiesta di una nuova carta fedeltà, non accettate moduli precompilati nelle clausole. Una tessera per gli sconti può tramutarsi in un’arma a doppio taglio e dare libero accesso al vostro numero di telefono o email a meccanismi di marketing ossessivo. Pertanto, prima di compilare frettolosamente un modulo, leggete con attenzione cosa state firmando. Leggete soprattutto nell’area relativa alla cessione a terzi dei vostri dati personali.
  • Scopri tutti gli stratagemmi di spesa quotidiana!