Campo Imperatore in estate

Campo Imperatore in estate: come arrivare e perché andare

Perché andare a Campo Imperatore in estate? Come arrivare quassù? Siamo a 2180 metri slm, in uno dei miei luoghi del cuore, nel Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga. Questo è un vastissimo altopiano nel cuore del Gran Sasso d’Italia. Si parte da un’altezza di circa 1500 slm per arrivare fino alla vetta del Corno Grande, con i suoi 2912 m slm. Siamo in provincia dell’Aquila e chi viene quassù, lo fa perché ama profondamente la montagna.

Questo è il regno del colore dove il cielo terso d’estate incornicia il verde che si mescola al giallo delle ginestre tra le immense praterie del “Piccolo Tibet d’Abruzzo“. Qui è dove i colori delle graminacee si trasformano nel grigio dei brecciai e dei massicci che si specchiano maestosi in laghetti dove si abbeverano cavalli e mucche al pascolo.

A Campo Imperatore in estate tutto è colorato. E i motivi per andarci sono i più disparati. Potete portare ache i bambini!

C’è chi desidera percorrere il sentiero che conduce al Rifugio dove venne prelevato Mussolini oppure raggiungere la cima del Corno Grande. Chi vuole godere dell’ebrezza dei suoi 2180 m slm con i bambini, raggiungendo l’area con la seggiovia Fontari partendo dal parcheggio. E c’è chi vuole salire in funivia partendo da Assergi. Poi c’è chi desidera visitare l’osservatorio astronomico o il museo delle erbe o chi desidera scattare delle fotografie naturalistiche o semplicemente sdraiarsi, guardando il cielo e godendo di una vista impareggiabile, osservando l’infinito dell’orizzonte tra panorami unici.

Come detto, Campo Imperatore è conosciuta soprattutto per quell’area in cui ha sede il suo omonimo albergo rifugio dove venne tratto in salvo Mussolini, alle pendici del Monte Aquila. Da qui è possibile raggiungere il Corno Grande percorrendo parzialmente strada sterrata, il Corno Piccolo, il monte Portella, Monte Aquila, Monte Scindarella, il Brancastello, Monte San Franco, Pizzo Cefalone, Monte Corvo, Monte Prema e Monte Camicia (per raggiumgere quest’ultimo consiglio di partire da Fontevetica).

Come raggiungere Campo Imperatore? Possiamo seguire 3 percorsi ed ognuno di essi omaggia di scorci unici, di vegetazione che muta al salire passando dalla faggeta ai maestosi pini fino alla prateria. Per scoprire il percorso migliore, in base al luogo di partenza, consiglio di consultare Google Maps. E comunque possiamo arrivare quassù:

  • in funivia da Assergi,
  • oppure in auto, moto, camper e perché non bicicletta da Castel del Monte o Santo Stefano di Sessanio, quindi tramite la SS 17 bis,
  • oppure salire dall’incrocio di Fontevetica, in arrivo da Farindola, passando per Rigopiano e poi Vado di Sole.

Cosa fare e vedere a Campo Imperatore in estate?Arrivati in cima all’ostello, puoi:

  • visitare il museo giardino alpino all’interno delle mura dell’Osservatorio, con accesso gratuito.
  • l’Hotel Gran Sasso è esso stesso un museo con accesso alla vecchia funivia e al piano superiore un’area dedicata ad antiche attrezzature di montagna.
  • Partecipare alle iniziative all’interno dell’Ossservatorio.
  • Percorrere i vari sentieri.

Quali servizi offre questa località di montagna? A Campo Imperatore trovi:

  • un ostello dove pernottare, all’interno del quale sono presenti un museo, un bar ed un ristorante.
  • L’osservatorio astronomico d’Abruzzo ovvero il più grande ed importante della regione. Aperto nel fine settimana, potete prenotare o richiedere informazioni al seguente indirizzo email: commerciale.ctgs@ilgransasso.it oppure presso l’Info Point sito in Piazza Battaglione Alpini a L’Aquila.
  • La funivia del Gran Sasso (costi e orari tra le foto) da e per Assergi, aperta tutti i giorni dalle 07.30 alle 19 con salita/discesa ogni 30 minuti
  • Seggiovie, in partenza dal parcheggio sottostante e utilizzabili anche nel periodo estivo. Il costo è ad auto (5 euro).
  • Inoltre è presente una chiesetta della Madonna della Neve, dove lasciare il proprio messaggio, in silenziosa preghiera.
  • Bar e ambulanti vari che vendono dai prodotti tipici all’artigianato, fino al classico street food abruzzese ovvero l’arrosticino.

Quali attività vengono organizzate quassù? Sicuramente le più disparate, organizzate da associazioni che si avvalgono di guide esperte. Dalla notte sotto le stelle alla fiaccolata, passando per il trekking al Corno Grande, il consiglio è di rivolgervi ad associazioni realmente esistenti che si avvalgono di personale qualificato, capace di seguirvi lungo i percorsi e di darvi le indicazioni necessarie in termini di abbigliamento, etc. O in alternativa muovetevi in comitiva con persone esperte del luogo.

Posso portare i bambini a Campo Imperatore? Certo! Per i più piccoli consigliamo una salita graduale. Potreste fare più tappe affinché il bimbo si adegui all’altezza.

Posso portare il passeggino? Direi di sì se l’intenzione limitarsi all’area dell’osservatorio e ostello. Per percorrere i sentieri consiglio scarpe da trekking per i bimbi autonomi e marsupio per mamma o papà per i più piccini.

Come vestirsi per salire a Campo Imperatore in estate? Consiglio un abbigliamento a cipolla. Lassù può fare terribilmente caldo, ma se si annuvola o soffia il vento, allora pantaloni lunghi e giubbotto sono necessari. Se avete intenzione di percorrere dei sentieri, non dimenticate:

  • scarpe da trekking,
  • bastoncini,
  • zainetto con acqua e alimenti proteici,
  • protezione solare e eventualmente per insetti,
  • cappellino,
  • capi leggeri e poco ingombranti in caso di cambio meteo.
  • osservatorio astronomico Gran Sasso
  • veduta Campo Imperatore
  • seggiovia Campo Imperatore
  • vecchio ostello Campo Imperatore
  • ambulanti Campo Imperatore
  • funivia Gran Sasso
  • funivia del Gran Sasso
  • vecchia funivia Campo Imperatore
  • Museo Campo Imperatore
  • Museo Campo Imperatore
  • chiesa Campo Imperatore

Salendo verso Campo Imperatore da Fontevetica

Scopri Fonte Vetica assieme a noi!

View this post on Instagram

A di amicizie. Nuove amicizie. 🌞 Il plus valore del vivere nella regione verde d'Italia? 🌞 Eccolo. 🌞 Il plus valore è la consapevolezza che anche quando si trascorrono le domeniche in luoghi di sempre, è possibile fare, scoprire, vedere, sfiorare, imparare cose nuove. 🌞 Ieri è andata così: la nostra ennesima volta tra la Baita della Sceriffa, Fonte Vetica e Campo Imperatore. 🌞 Cosa ci ha regalato questa giornata? 🌞 Risate. Bimbi che corrono felici. Bimbi che giocano a pallone senza nemmeno conoscersi.🌞 Cavalcate come qualcuno sognava.🌞 E la seggiovia che è stata una bella esperienza per godersi un senso di libertà a 2000 e rotti slm. 🌞 Una bella esperienza per tutti, Nonno incluso. 💙 Anche ieri i luoghi di sempre ci hanno regalato delle belle emozioni, ma belle davvero. 🌞 Perché l'Abruzzo è così: mare azzurro e montagna che ti colpisce al cuore come fosse la prima volta. 💙 E tra mare e montagna c'è l'infinito da scoprire tra eremi, abbazie, fiumi, laghi, cascate e ponticelli. 🌞 Ecco perché amo la mia seconda terra! #fontevetica #instamamme _______ #lifeexploring #instatravel #travelmemories #lifeofexploring #comeandsee #travelinspired #beautifuldestination #travelbloggerlife #travelstyle #travellingthroughtheworld #igtravel #vacaymode #traveltips #travelfriendly #wheretonext #mytinymoments #littlestoriesofmylife #progettoblog #abruzzonelcuore #wildabruzzo #abruzzoemotion #yourabruzzo #igersabruzzo #yallersabruzzo #firstphotos #momtobe2020

A post shared by Francesca (@ilsalvadanaio_di_supermamma) on