Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget
come risparmiare soldi

Come risparmiare soldi

Come risparmiare soldi? Quando si parla di finanze e bilanci di famiglia, probabilmente questa è la domanda che ci poniamo più spesso. Accade soprattutto in prossimità di spese extra non previste, prima o dopo le vacanze e nei mesi in cui tra tasse e tributi, ma anche spese mediche o scolastiche abbiamo maggiori uscite. Oppure la necessità è finalizzata al raggiungimento di obiettivi di risparmio che coincidono con un viaggio, un investimento o simili.

Risparmiare è una forma mentale, perciò per ottenere dei risultati, è necessaria una predisposizione in tal senso. Non si risparmia solo per la necessità di arrivare alla fine del mese. Si risparmia bensì per vari motivi: il pensiero del futuro incerto, il desiderio di lasciare qualcosa ai figli, l’incognita della crisi economica che stiamo vivendo o perché desideriamo acquistare la casa al mare o fare il viaggio dei sogni.

Ma come risparmiare?

  1. Innanzitutto è sempre bene tenere a mente quello che è il budget complessivo e come deve essere suddiviso per ogni settore di spesa. Direi che all’arrivo degli stipendi, la prima operazione sarà quella di destinare i singoli ammontare alle varie spese (mutuo, bollette, etc.). Dal restante escludiamo una cifra X che dovrà rappresentare il nostro risparmio. Il restante verrà destinato alla spesa settimanale e eventuali extra.
  2. Carta di credito e bancomat devono essere usati con parsimonia e sopratutto nei casi in cui il legislatore richiede questa forma di pagamento ai fini delle detrazioni fiscali. Prelevate una cifra settimanale e imponetevi di limitare le spese a quest’ultima. La spesa con il contante alla mano aiuta ad investire consapevolmente rispetto alla moneta elettronica, dove la mancata visualizzazione immediata porta il subconscio a spendere più facilmente.
  3. Una tantum: per un intero mese, conservare gli scontrini all’interno di un’agenda, per poi verificare come avete investito i vostri soldi. Questa abitudine vi aiuta a focalizzare eventuali accorgimenti necessari per ridurre una spesa più che un’altra e a comprendere meglio i bisogni della famiglia.
  4. Create un fondo di emergenza per lo studio dei figli pensando a lungo raggio, uno per gli extra non previsti (ex. acquisto/spesa importante non preventivata) ed uno per le vacanze.

Ma come posso risparmiare sulle singole spese, dallo shopping personale agli acquisti alimentari?

Ecco 10 e più regole, non di certo magiche al punto da far raddoppiare le entrate, ma perlomeno utili per mettere qualche soldino nel nostro salvadanaio.

1) Shopping: un armadio in ordine dona una visuale più nitida di ciò che si possiede e limita il subentrare di manie spesomane. Perciò, per evitare la sindrome da “non ho nulla da mettermi, devo fare shopping”, fai una cernita di ciò che hai nell’armadio, elimina i capi vecchi o inutilizzati e mantieni ciò che effettivamente puoi indossare. Acquista in saldo, possibilmente al 70% anche in vista dell’anno successivo, soprattutto per i bambini quando polo e tshirt costano meno di 2 euro. E acquista fuori stagione, perché un maglione che ad agosto paghi 2 euro (parlo di capi outlet Oviesse o nello shop online Zara ad esempio) sarà una spesa in meno nel mese di dicembre.
I capi inutilizzati di un certo livello ed in buono stato? Borse e scarpe firmate che non usi? Puoi rivenderli o regalarli. Esistono siti come depop, e-bay, saldi privati o mercatini dell’usato che si occupano anche di capi firmati e tra bauli nascosti negli angoli più remoti o cassetti disordinati, si scovano vestiti di cui si ignorava l’esistenza. Non hai voglia di rivenderli, donali soprattutto se sono in buono stato!

2) La lista della spesasupermercato equivale a luogo di perdizione. Parti con un’idea e torni a casa con una spesa al 50% di prodotti che non avevi intenzione di comprare.
Perché accade questo?!? Tra promoter, regole del marketing varie e novità del mercato in offerta, etc. la spesa in parte è comandata dalle politiche commerciali dei produttori e del rivenditore.
Per ovviare a ciò, soprattutto a fine mese, quando il conto va verso il rosso, prova a seguire queste regole:

  • recati al supermercato con una ferrea lista del necessario.
  • Inoltre, prova a confrontare i prodotti di marche diverse, valutando il prezzo in base ai KG/LT.
  • Rifletti sull’acquisto dei prodotti a marchio supermercato spesso provenienti dalle unità produttive dei prodotti marchiati. Ricorda però che stessa unità produttiva non equivale a dire stessa qualità delle materie prime. Anche se questa regola non è sempre valida.
  • Davanti agli scaffali, non guardare esclusivamente alla tua altezza, ma visionalo a 360° per darti l’opportunità di spendere meglio. I prodotti più economici, tra i quali ne trovi di qualità, sono sempre posizionati nei ripiani più bassi.
  • Attenzione alle date di scadenza: soprattutto nei freschi, consiglio di non prendere mai la prima fila, ma l’ultima, quella con la scadenza più remota e che soffre meno dello sbalzo termico dovuto alle continue aperture delle ante frigo. Ricorda però il rispetto per il lavoro degli scaffalisti, perciò se prendi l’ultima fila, risistema la pila di merce davanti.
  • Prodotti in scadenza: non sono convinta che facciano risparmiare. Spesso sono freschi che hanno un prezzo di partenza importante e che arrivano a scadenza proprio perché non acquistati regolarmente. Il 50% sulla carne in scadenza? Sì. Ma se ad occhio nudo il prodotto ha un aspetto fresco e se mancano 2/3 giorni alla scadenza.
  • Infine, recati al supermercato a “pancia piena”, poiché pare che la spesa a stomaco pieno sia più ponderata di quella a stomaco vuoto, poiché non sussiste la smania dell’acquisto compulsivo da fame!!!

3) Autoproduzione: verdure in quantità? Perché non produrre in casa sottolio e sottaceto in totale sicurezza seguendo la normativa prevista dal Ministero della Salute. Conservare pomodorini in freezer in vista dell’inverno è più salute che acquistarli di serra. Sostituire merende acquistate con torte e biscotti fatti in casa è un’operazione che garantisce alimenti sani e controllati, anche se non sempre si risparmia. E quando si cucina perché non preparare una scorta di cibi pronti da conservare in congelatore, per i periodi in cui non sai cosa cucinare?

4) Carni, formaggi e verdure:

  • se ne hai la possibilità, acquista dal produttore, nei mercati o negli spacci, per avere prodotti di qualità e con un prezzo più competitivo. In questo modo si abbattono i passaggi che conducono alla GDO che “sballottano” le merci, con sbalzi termici, e fanno lievitare i prezzi.
  • Famiglia numerosa? Un ottimo investimento è il congelatore a pozzetto, dove predisporre scorte acquistate al giusto prezzo.
  • Approfitta dell’estate per fare scorta di verdure di stagione da conservare in freezer per l’inverno. In stagione, eviti i sovrapprezzi delle primizie, risparmi e sai da dove proviene ciò che mangi.
  • A marzo/aprile inizia ad impostare il tuo orticello nel terrazzo seminando zucchine, pomodori, fragole, spezie in vasi singoli o nelle fioriere. Noi l’abbiamo fatto e vedere crescere l’orto in casa da soddisfazione a grandi e soprattutto ai piccini di casa!

5) Discount: sì, frequenta anche i discount di ogni catena! Seguendo questi consigli:

  • Leggi sempre le etichette.
  • Non acquistare carni di cui non è specificato il luogo di allevamento e davanti all’affermazione che alcuni articoli sono prodotti da Aziende conosciute, chiediti se mai vengano utilizzate le medesime materie prime
  • In questo tipo di attività prediligi lo scatolame e alcuni latticini, come le mozzarelle, pecorini, etc. prodotti in Sardegna di cui posso garantirti io stessa la provenienza, conoscendola bene.
  • Frutta: compra la stessa Melinda ad 1 € al Discount, anziché a € 2.49 all’Ipermercato. Le banane sono vendute al prezzo fisso di € 1.29 al Kg contro quasi 2 euro del supermercato.

7) Mercato contadino: dalle verdure ai legumi, passando per pane e formaggi puoi acquistare prodotti sicuri e controllati tagliando la filiera.

8) Acqua: se l’acqua del rubinetto è di buona qualità, perché non berla? In alternativa, esistono le case dell’acqua che erogano acqua gassata o liscia a 5 centesimi al litro. Acquistando delle bottiglie di vetro, possiamo rifornirci in questi distributori, eliminando così anche l’inquinamento da plastica. In alternativa, esistono le caraffe filtranti o i filtri che si applicano direttamente al rubinetto.

9) Buoni sconto: rappresentano un sistema attraverso cui le aziende incentivano la vendita dei loro prodotti ed in particolare le novità. Se credi di poterli acquistare senza spendere male, ritrovandoti con una dispensa di detersivo e niente pane o pasta, procedi! E procedi se sai di poter acquistare senza sentirti in imbarazzo davanti ai brontolii delle cassiere o di chi è in fila. Comunque, il caro vecchio volantino e la carta fedeltà sono sempre le basi del risparmio.

10) Frigo e Freezer: perché non dedicare una settimana al mese al consumo di ciò che è posizionato nel fondo del congelatore? Nel freezer si accumulano carni e verdure che potrebbero farci vivere di rendita per una settimana e più, evitando che prima o poi vengano cestinati, perché oramai scaduti. Per riuscirci: imponiamoci di non fare la spesa, se non per quei prodotti d’uso giornaliero come latte e pane.

11) Bollette: 

  • energia elettrica: opta per una tariffa economica e elettrodomestici in classe A++ e +++, lampadine a risparmio energetico. E’ preferibile usare gli elettrodomestici prevalentemente dopo le 19.00 o nel week end. L’asciugatrice? Sceglila silenziosa! Spendi qualche euro in più al momento dell’acquisto, ma poi risparmi nel tempo mettendola in funzione anche la notte senza creare disturbo agli altri condomini.
  • Bollette del metano: il segreto per un caldo inverno è: manutenzione specializzata e mantenere una temperatura uniforme tra 19/20°. La notte chiudere le tapparelle e, in generale, è importante avere infissi di qualità e liberare i termosifoni da tende ed ogni eventuale copertura. Come si usa dire a casa mia: spurgali, perché l’aria non permette al calorifero di riscaldarsi bene. Rifletti sull’acquisto di una pentola a pressione poiché può rappresentare un’ottima amica: abbrevia i tempi di cottura e non fa disperdere le proprietà dei cibi. Leggi come risparmiare sul riscaldamento.

12) Sospensione abbonamenti e assicurazioni: sai di non usare lo scooter nel periodo invernale? La seconda auto è superflua perché uno dei due utilizza i mezzi pubblici o non può guidare per qualsiasi altro motivo? Sai di non poter usufruire dell’abbonamento alla palestra per un certo periodo? Sospendi il servizio e fai slittare la durata dello stesso nel tempo. Controlla la polizza e verifica il numero di sospensioni possibili nell’arco dell’anno. Pensa all’idea di usare la bicicletta. Per gli abbonamenti a tv a pagamento, internet, etc. può essere utile la disdetta allo scopo di ricontrattare il costo dei servizi. Se la Tua città lo permette, perché non sostituire l’abbonamento alla palestra con la corsa sul lungomare o la bicicletta.

13) I vecchi mobili ti hanno stancata? Rifletti sull’idea di cambiare colore. Esistono numerosi gruppi Facebook dove ricevere consigli ad esempio per cambiare la tonalità del pavimento del bagno, senza chiamare il muratore. Oppure una cucina in legno scuro può assumere un aspetto totalmente diverso con uno stile shabby.

Altre idee?!?

  • La manutenzione periodica ed ordinaria della lavatrice evita danni da cattivo utilizzo;
  • Dosare bene il detersivo e metterlo nell’oblò dentro una pallina, aggiungere un cucchiaio di bicarbonato nel cassettino e usare l’aceto al posto dell’ammorbidente permette di risparmiare.

… e infine… pensa ad salvadanaio, di quelli senza il tappo! Tutte le monetine risparmiate mettile all’interno. Inserisci esclusivamente monete da € 0,50 in poi e quando lo rompi, usa i soldini risparmiati per fare una vacanza con la famiglia. Non è necessario spendere grosse cifre, usa le compagnie lowcost e siti come Trivago, Airbnb, per trovare gli alberghi, B&B o pensioni meno care.
Iscriviti a panel di sondaggi, piattaforme che permettono di testare prodotti, etc. e risparmia anche con queste attività.