Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget

10 usi del bicarbonato di sodio

Bicarbonato? Come lo uso? Perché conservarne sempre una confezione in dispensa e una nel mobiletto dei detersivi?
Perché bicarbonato di sodio è un aiuto dalle mille virtù, spesso dimenticato, spesso snobbato e sottovalutato.

La Nonna direbbe: “in cucina, nella pulizia e nella cura della persona, usa il bicarbonato dimenticato per risparmiare e non solo!”
E la Nonna ha ragione. Vero è che il bicarbonato inquina più dell’aceto, ma un uso ponderato non potrà che agevolarci, senza recare danni.

Come usare il bicarbonato?

  1. Pulizia del Forno: in una ciotola crea una parte di acqua impasto con acqua, 4 parti di bicarbonato e 2 parti di sale fino. Stendere nelle pareti del forno. Il risultato deve essere un composto non secco e facile da stendere, perciò se necessario aggiungi acqua. Lasciare agire, senza far seccare. Con un panno inumidito in acqua molto calda pulire questo impasto dal piano e dalle pareti facendo forza per rimuovere bene il grasso. Con il forno tiepido la pulizia risulterà più semplice. In alternativa, per macchie ostinate aggiungi al composto ulteriore acqua e molto succo e buccia di limone. Riponi tutto in una capiente ciotola (adatta a cottura in forno) e inforna a 180/200° per 30/40 minuti. Il tutto dovrebbe evaporare, con l’effetto di sciogliere il grasso che puoi rimuovere con il solito panno inumidito in acqua calda.
  2. Pulizia della Lavastoviglie:  ad ogni lavaggio, aggiungere una manciata di bicarbonato su stoviglie e nel fondo per eliminare i cattivi odori. Una volta al mese, effettuare un lavaggio a vuoto con 1/2 bicchiere di bicarbonato che agisce sulle tubature e evita incrostazioni.
  3. Pulizia dei Contenitori: utilizzare una parte di acqua e tre parti di bicarbonato per rimuovere i cattivi odori ad esempio nel contenitore dei formaggi.
  4. In Cucina: a) usalo per disinfettare le verdure; b) da una marcia in più alla lievitazione, ma non sostituisce il lievito; c) un pizzico rende più fragrante la frolla; d) ammorbidisce i legumi in ammollo e li rende digeribili; e) mezzo cucchiaino in cottura del cavolo e elimina l’odore; f) effetto digestivo: in un bicchiere mescolare un cucchiaino di bicarbonato, il succo di mezzo limone. Girare velocemente e bere subito. Rimedio sconsigliato a chi deve seguire una dieta povera di sodio. g) se la frutta stenta a cuocersi, aggiungi la punta di un cucchiaino di bicarbonato e i tempi si ridurranno.
  5. Bucato: un cucchiaio di bicarbonato nella vaschetta del detersivo, ne potenzia l’effetto. Perciò d’ora in poi metti il detersivo nelle dosi giuste (senza abbondare) in una pallina, all’interno dell’oblò della lavatrice e il bicarbonato nella vaschetta e scoprirai che i panni sono più puliti e le tubature della lavatrice ne beneficeranno.
  6. Pulizia della Lavatrice: pulire l’oblo e le guarnizioni con un panno. Rimuovere la vaschetta del detersivo e lavarla con l’ausilio di uno spazzolino da denti. Pulire il filtro in genere è situato in basso, coperto da uno sportello. Procedere con un lavaggio a vuoto a 90° riponendo all’interno dell’oblò un bicchiere e 1/2 di aceto bianco, nell’oblo e la stessa quantità nella vaschetta. Ricorda, poi, che se il problema è il calcare, è bene che ad ogni lavaggio venga aggiunto, al detersivo, 1 cucchiaio di bicarbonato. In futuro ricorda di alternare lavaggi di acqua fredda ed acqua calda, perché i soli lavaggi a temperature basse contribuiscono ai cattivi odori.
  7. Cura della Persona: creare un deodorante mischiando acqua e bicarbonato e utilizzare come deodorante. Per i capelli morbidi: un cucchiaio di bicarbonato da usare una volta alla settimana con lo shampoo. Esfoliante corpo: acqua e bicarbonato in consistenza semi granulosa da strofinare sul corpo.
  8. Curare la Candida: effettuare lavaggi con acqua e bicarbonato (un cucchiaio in un litro d’acqua), dopo l’uso dei normali detergenti.
  9. Assorbiodore: nella lettiera del gatto, nel sacchetto dell’aspirapolvere, negli angoli umidi della casa, nella scarpiera e una pulizia del frigo con una soluzione di aceto o limone, bicarbonato e acqua elimina odori e rimuove batteri.
  10. Didò: 200 g di bicarbonato Solvay, 100 g di maizena, 150 cc di acqua e coloranti alimentari. Amalgamare bicarbonato e maizena (setacciate) aggiungendo acqua a filo. Mettere il tegame antiaderente sul fuoco e cuocere a fiamma bassa, fino a che il composto non si sarà addensato. Far raffreddare e dividere in panetti. Aggiungere colorante in polvere o spezie (ad esempio la curcuma per il colore arancio) e lavorare. Se l’impasto risulta appiccicoso, aggiungere gradualmente altro bicarbonato. Trovi un’altra ricetta del didò che ho realizzato con il mio bimbo.

Nota dell’Autore: le idee sopra riportate rappresentano rimedi casalinghi che posso risultare efficaci se messi in atto correttamente. SI tratta di meri consigli d’uso, pertanto la decisione di metterli in atto dipende dalla volontà del singolo, unico responsabile di eventuali danni cagionati a cose o persone. Comunque si consiglia di provare in piccole dosi in parti nascoste dell’oggetto, al fine di verificarne gli effetti.