Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget
ragù in pentola a pressione

Ragù con la pentola a pressione

ragù in pentola a pressione
ragù in pentola a pressione

Il ragù con la pentola a pressione è facile, veloce e buono, oltre ad essere a prova di scarpetta. Inoltre, in questo modo i consumi di energia necessari per la cottura lunga prevista dalla ricetta bolognese tradizionale, sono ridotti considerevolmente.

Tra l’altro il ragù con la pentola a pressione è un ottimo alleato per chi ha poco tempo da dedicare alla cucina. Puoi prepararlo in abbondanza, distribuirlo in vasetti di vetro e conservarlo in congelatore.

Se quindi il tuo obiettivo è abbattere i consumi o ridurre drasticamente i tempi, preparare un buon ragù come quello della tradizione culinaria emiliana è possibile! Il ragù alla bolognese sarà pronto in 25 minuti dal fischio. Certo, i guru della cucina italiana tradizionale (tra cui la mia Mamma), i fautori delle 2 o 3 ore di lenta cottura del ragù tremeranno e grideranno allo scandalo, ma pazienza!

Io il ragù lo faccio e continuerò a farlo con la pentola a pressione perché il risparmio  è considerevole, perciò ho imparato ad usarla 4 giorni su 7 alla settimana!

Come lo realizzo? Ecco ingredienti e procedura.

Ingredienti per una ragù in pentola a pressione:

  • 1 kg di carne macinata mista 
  • 2 carote
  • 2 coste di sedano
  • 1 foglia di finocchio
  • qualche foglia di prezzemolo e basilico
  • 1 cipolla
  • 1/2 bicchiere di vino
  • 3 barattoli di pelati o polpa di pomodoro di qualità, da 250 g oppure 1 barattolo da 500 g + 1 bottiglia di passata
  • 1 cucchiaino di dado fatto in casa (facoltativo)
  • acqua q.b.
  • olio evo
  • sale, pepe e noce moscata

Procedura:

  1. tritare le verdure (escluso basilico e prezzemolo) con l’aiuto di un mixer.
  2. Mettere un fondo d’olio nella pentola a pressione, aggiungere le verdure sminuzzate e il cucchiaino di dado. Farle soffriggere.
  3. Unire la carne e una volta rosolata, aggiungere il vino e farlo sfumare.
  4. Unire i pelati + 1 bicchiere e 1/2 d’acqua.
  5. Salare e aggiungere il pepe macinato e la noce moscata, meglio se la nocciolina grattugiata sul momento. 
  6. Chiudere la pentola e dal fischio far cuocere per 30/40 minuti, a fuoco medio/basso.
  7. Prima di spegnere il fornello, controllate la pesantezza della pentola scuotendola leggermente.
  8. Se il ragù risulta ancora liquido, rimettere sul fuoco per altri 10 minuti.
  9. Far uscire il vapore gradualmente e usare per realizzare i piatti che si gradiscono.

Astuzie:

  • una volta alla settimana, dedicati alla scorta del trito di verdure: sminuzza carote, sedano, cipolla e finocchio in quantità. Distribuisci il trito in sacchettini monoporzione e sistema in congelatore.
  • Ogni 3/4 mesi fai scorta di dado fatto in casa veloce e comodi per ogni pietanza. Non richiede cottura e puoi personalizzarlo in base ai gusti.
  • Assieme al macinato puoi mettere anche qualche costatella di maiale.
  • Con la stessa procedura puoi preparare anche le polpette al sugo. 
  • Con l’esperienza nell’uso della pentola a pressione al variare del profumo vi accorgerete se il sugo è pronto o meno, anche senza guardare l’orologio.
  • Inoltre per capire se il ragù è ancora troppo liquido scuotere la pentola leggermente e con la massima attenzione.

Che dite? Ragù promosso