Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget
Dorayaki copertina

Dorayaki: ricetta, consigli e origini

l dorayaki (どら焼き?) sono dei pancake tipici della tradizione giapponese. Ne avrai sicuramente sentito parlare nei cartoni di quando eravamo piccoli, perché come dice Mattia, ad esempio, Doraemon ne va letteralmente ghiotto. La ricetta poi è una di quelle da conservare per quelle mattine in cui hai voglia di qualcosa di buono, ma veloce oppure per una merenda tra bimbi.

Ma lo sai che? I dorayaki oltre ad essere facili e buoni, puoi prepararli in pochi minuti e farcirli a piacere con Nocciolata Rigoni di Asiago o Fiordifrutta. Puoi chiuderli a panino come nella tradizione giapponese oppure realizzare dei dolci monoporzione più elaborati, così come abbiamo fatto noi e così come vengono presentati in alcune pasticcerie giapponesi.

Una volta assaggiati, i bimbi te li chiederanno ogni pomeriggio. Sono buoni anche come merenda da portare a scuola, semplicemente farciti con Nocciolata e accoppiati.

Come preparare velocemente i dorayaki? Potresti utilizzare il tuo frullatore ad immersione oppure i Bimby o il MCP e se proprio non vuoi sporcare, ricicla la bottiglia dell’acqua appena terminata e mixa gli ingredienti scuotendoli velocemente. Io lo faccio anche con i pancakes e non ho mai avuto problemi di grumi.

L’importante è lavorare bene lo zucchero e le uova.

E poi lo sai che? In Giappone, i due pancake accoppiati sono farciti con l’anko, una salsa dolce e rossastra, ricavata dai fagioli azuki.

Insomma, oggi se la ricetta è Made in Japan, la farcitura però è Made in Italy, perché Nocciolata Rigoni di Asiago è imbattibile!!

Tempo di preparazione:Occorrente:Difficoltà:
10 minuti per l’impasto
+ 10 minuti di riposo
+tempi di cottura
frusta o frullino o robot,
ciotole, spatole,
sacche da pasticcere
Bassissima

Ingredienti per 2 persone

2uova
40 gdi zucchero
1cucchiaio di estratto di vaniglia
20 gdi Milebio millefiori di Rigoni di Asiago
90 gdi farina 0
30 gdi latte
3 gdi lievito per dolci
1pizzico di sale
1pizzico di bicarbonato di sodio

Per la farcitura

Q.tàIngredienti
qbpanna da montare
1vasetto di Nocciolata Rigoni di Asiago
qbfragoline o frutta a piacere
Procedura
1. In una ciotola alta montare: lo zucchero con le uova, il miele e l’estratto di vaniglia. Potete usare il frullatore per velocizzare le operazioni.
2. Unire la farina, il bicarbonato ed il sale setacciate, avendo cura di amalgamare bene e delicatamente il tutto, affinché non si formino grumi.
3. Aggiungere il latte e mescolare.
4. Aggiungere il lievito e amalgamare.
4. Far riposare la pastella in frigorifero, per circa 10 minuti.
5. Nel frattempo montare la panna e conservarla in frigorifero.
6. Dopodiché riprendere l’impasto. Scaldare una padella antiaderente, sul fornello più piccolo.
7. Usare un cucchiaio o un mestolo per dosare l’impasto e riporlo con delicatezza nel fondo della padella calda. Abbassare la fiamma e attendere che si formino le bollicine in superficie e girare i dorayaki con l’aiuto di una paletta.
8. Quando anche l’altro lato si stacca dalla padella, il dorayaki è pronto.
9. Una volta freddi, stendere uno strato di Nocciolata sopra un lato di ogni dorayaki. Aggiungere delle fette di fragola.
10. Con la sacca da pasticciere piena di panna, farcire bene.
11. Poi, sistemare l’altro dorayaki sopra la panna e decorare con Nocciolata.
12. Infine sistemare in frigo fino al momento di consumare.

Infine, qualche consiglio:

  1. I dorayaki sono ottimi anche senza la panna. Stendi la Nocciolata, accoppia e pressa leggermente per rendere il tutto un unico delizioso dolce.
  2. Inoltre, sono ottimi anche il giorno dopo, è sufficiente conservarli in un contenitore.

Questo post è scritto in collaborazione con Rigoni di Asiago.