Una mamma ed un bimbo tra storie di vita, di creatività e pillole di diritto

Quando prenotare i traghetti per la Sardegna?

Quando prenotare i traghetti per la Sardegna?
Che sia da o per la Sardegna, il dubbio amletico che affligge le economie della famiglia è come risparmiare sui traghetti per la Sardegna? Qual è il momento giusto per acquistare i biglietti? Con quale compagnia risparmio?
Tutte queste e tante altre, rappresentano le domande che più frequentemente mi pongono gli amici, consapevoli del mio andirivieni per la Sardegna e del pallino, ma soprattutto la necessità di viaggiare lowcost per raggiungere casa!
Il fatto è che se da un lato il sogno di tanti è un mare azzurro, bimbi felici, profumo di solari al cocco ed un vermentino fresco tra le mani. Dall’altro il caro traghetti manda in crisi l’economia di tante famiglia, comprese quelle che godono della tariffa residenti o nativi.
Ecco perché c’è chi si muove già a gennaio. Chi a marzo. Chi da maggio in poi.
Ed eccoci al dunque: qual è il periodo più adatto per acquistare i biglietti della nave?
Direi questo! Gennaio è eccessivamente presto. Marzo è per chi riflette sul partire a maggio/giugno. Aprile e maggio sono i mesi in cui le tariffe sono più allettanti.
Allo stesso tempo ti dico: da gennaio in poi, dai sempre e comunque una sbirciatina alle tariffe.
Perché prenotare tra aprile e maggio? Alcune compagnie di navigazione (in particolare la Moby) sfornano promozioni legate a feste, quali quella della mamma o del papà come l’8 marzo o Pasqua.
Inoltre, fattore non trascurabile è che in questo periodo iniziano a comparire le prime promozione sugli affitti delle case vacanze. Cosa significa? I buchi tra le date impegnate vengono spesso concesse a prezzo promozionale.
Chiariti questi aspetti, la domanda successiva è dove, come e quando prenotare i traghetti? Le soluzioni sono due:
  1. simulare decine e decine di preventivi per poi perdere il senno e vedere i prezzi lievitare da una ricerca all’altra.
  2. Sfruttare un comparatore di ricerca che in pochi minuti ci risolve notti insonni tra la simulazione di una tratta con una compagnia più che un’altra, in diurna all’andata e notturna al ritorno e compagnia cantante. Insomma, roba da mal di testa che non sempre ci permette di risparmiare.

Quale comparatore di traghetti utilizzare? Il mio consiglio è: utilizza traghettiPerSardegna.it e vedi il miglior prezzo di un traghetto Moby che rappresenta un’idea di viaggio economica, colorata e divertente per intrattenere i Tuoi bimbi.
Le navi Moby sono concepite a forma di famiglia e in particolare di bimbo: coloratissime all’esterno e piene di attività all’interno che richiamano i personaggi dei loro cartoon preferiti.

Il comparatore confronta i prezzi di tutte le compagnie e il sistema di ricerca è facilissimo:

  • individua la tratta di interesse,
  • seleziona data, n. passeggeri e tipologia auto,
  • avvio la ricerca.
  • Ecco tutte le soluzioni possibili davanti ai tuoi occhi: ad ogni compagnia corrisponde un prezzo.
  • A questo punto puoi aggiungere la sistemazione e vedere l’evoluzione della tariffa in base al budget, alle esigenze, alla tipologia di tratta, etc.

Perché scegliere un comparatore di traghetti?

  • Posso persino non inserire una tratta specifica e visualizzare i prezzi per la Sardegna con partenza da tutti i porti italiani e con tutte le compagnie.
  • Con il loro sistema di prenotazione possiamo scegliere andata e ritorno con due compagnie diverse, acquistando in un’unica prenotazione. Diversamente, con il fai da te, rischiamo che tra la transazione d’acquisto di una tratta in un sito e l’altro, i prezzi cambino o i posti in promo si esauriscano.
  • Le condizioni sono chiare.
  • Inoltre, possiamo acquistare anche un’assicurazione che ci permetta di proteggere la vacanza soprattutto quando viene prenotata 3/4/5 mesi prima. E con i bimbi al seguito sappiamo che gli imprevisti non sono mai “prevedibili”.

Che tipologia di viaggio scegliere? Tratta diurna o notturna? Passaggio ponte, poltrona o cabina? Dipende dalle esigenze, dipende dalle tempistiche che hai. La risposta è puramente soggettiva.
Un aspetto però voglio metterlo in evidenza: se viaggi con i bimbi al seguito, rifletti sull’idea di aggiungere una cabina alla prenotazione. Viaggiare in nave con un bambino è una bella esperienza, tieni presente però che le navi agostane sono cariche come un uovo e malgrado l’impegno del personale, sarà difficile fruire di un bagno in condizioni ottimali a causa delle file. Sarà difficile trovare un posto a sedere nella sala bar e persino i corridoi daranno luogo di bivacco, tra materassini, persone e animali, mettendo a dura prova la serenità del viaggio in famiglia.
A questo punto, hai acquistato i biglietti. Il villaggio o la villetta sono bloccati. Quindi non resta che programmare l’itinerario. Sul blog puoi trovare un’intera sezione dedicata alle vacanze lowcost in Sardegna con consigli, idee, luoghi da visitare a forma di bimbo e non.
Buona vacanza risparmiando!