Una mamma ed un bimbo tra storie di vita, di creatività e pillole di diritto.
crostata al farro

Ricetta della crostata al farro

La ricetta di questa crostata al farro è nata per caso.
L’idea originaria era di preparare la classica crostata della nonna, poi frugando nella dispensa mi sono imbattuta nello zucchero di canna, il cui profumo mi inebria. Mi ricorda a tratti quello della liquirizia pura che fin da quando ero piccina trovavo sempre nel taschino della divisa di papà e il cui odore è indimenticabile.
A tratti, invece, mi ricorda l’elicriso, pianta che se ho comprato tante di quelle volte che altrettante è morta.
Ecco, se chiudo gli occhi è annuso lo zucchero di canna mi viene in mente la mia Sardegna, quella della primavera a passeggio sui vialetti che conducono all’Oasi di Seu.
Così, sull’onda dei ricordi, ho scombinato la ricetta e alla farina 00 ho sostituito quella di farro, lo zucchero semolato è diventato zucchero di canna anche nella crema pasticcera, dove ho messo  1/2 dose di latte e 1/2 dose di panna fresca. Probabilmente non si può parlare più una torta della nonna, ma vi assicuro che dal forno fuoriusciva un profumo delizioso e una volta fredda, questa crostata, è durata non più di qualche ora.

Ingredienti per la crostata diametro 24:

  • 200 g di farina di farro bianca
  • 100 g di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 100 g di burro cremoso
  • 1 bustina di vanilina
  • 1 pizzico di sale
  • la punta di un cucchiaino di bicarbonato
  • 1 bustina di pinoli

Ingredienti per la crema pasticcera:

  • 2 tuorli
  • 75 g di zucchero di canna
  • 20 g di farina di farro o farina 00
  • 150 g di latte
  • 150 g di panna fresca
  • 1 bustina di vanilina
  • 3 dita di buccia di limone

Prepariamo la crema:

  • sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere una crema chiara e liscia.
  • Aggiungere la farina e la vanilina e amalgamare bene.
  • In un tegamino riscaldare la panna e il latte.
  • Una volta tiepido, aggiungere il composto di uova, avendo cura di sbattere energicamente con la frusta a mano affinché gli elementi si uniscano perfettamente.
  • Rimettere il tegamino sul fornello e portare ad ebollizione a fiamma bassa, continuando a girare.
  • Negli ultimi minuti aggiungere la buccia di limone che andrà rimossa allo spegnimento del fornello che avviene quando si raggiunge la densità gradita.

Preparare la crostata:

  • all’interno di una ciotola unire tutti gli ingredienti e lavorarli fino ad ottenere un impasto liscio, ma non appiccicoso.
  • Lasciar riposare mezz’ora in frigo.
  • Riprendere la pasta e dividerla in due panetti: uno più grande dell’altro.
  • Stendere l’impasto più grande su un foglio di carta forno, precedentemente appallottolato sotto l’acqua corrente e asciugato con un canovaccio pulito. 
  • Foderare una teglia di diametro 24 circa e bucherellare il fondo.
  • Ritagliare l’impasto in eccesso e farcire con la crema.
  • Stendere la rimanente parte di impasto, coprire la crostata e distribuire i pinoli.
  • Con i ritagli di pasta frolla realizzare dei biscottini.
  • Infornare a 170/180° per circa 30 minuti, funzione pasticceria, nel ripiano intermedio del forno.
crostata al farro
crostata al farro