Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget
perché fare corsi preparto

Perché fare i corsi preparto

Perché fare un corso preparto? I percorsi di accompagnamento alla nascita sono utili per affrontare le dinamiche del parto, le tecniche di respirazione, la metamorfosi del corpo della gestante. Durante questi corsi si comprende anche l’importanza dell’allattamento al seno, della suzione del colostro, dei sistemi per stimolare l’attaccamento al seno del neonato?

Sì. Partecipare a corsi preparto è utile, come sono utili i corsi post partum ovvero quelli in cui la mamma viene supportata durante le fasi iniziali, anche per scongiurare una depressione post partum, fenomeno affatto raro e per nulla trascurabile.

Se non lavori, se sei in sospensione per maternità, se hai del tempo libero rifletti sull’eventualità di fare non uno, bensì più corsi preparto.

Io? Ne ho fatti svariati. Direi almeno 4!

Chi organizza i corsi preparto? Sicuramente il distretto di appartenenza, nelle grandi città; l’ospedale c/o il quale si è decido di partorire e attività commerciali dedicate al mondo baby attraverso ostetriche spesso sponsorizzate da aziende del settore.

Ogni corso preparto contribuisce a trasmettere nozioni necessarie per affrontare il preparto, il parto ed il  post parto.

Quindi, perché fare uno o più corsi preparto? Quali fare?

  1. Esistono i corsi preparto privati, ovvero organizzati da negozi specializzati nel baby care e corsi preparto ufficiali organizzati dai distretti sanitari o dallo stesso ospedale dove devi partorire.
  2. I corsi preparto ufficiali organizzati dalla ASL di riferimento sono importanti per due ragioni: quello tenuto dalle ostetriche dell’ospedale permette di capire come riconoscere le contrazioni, il tracciato, il parto e tutto ciò che deve essere messo nella valigia per l’ospedale, incluse le analisi obbligatorie. Direi che questo corso è fondamentale anche per un primo approccio con le ostetriche che ti affiancheranno durante le fasi del parto. Nel corso preparto organizzato dal distretto ASL abbiamo affrontato tematiche più ampie: tecniche respiratorie e di rilassamento per gestire le contrazioni, come avviene il parto, la depressione post partum, etc. Inoltre sono stati organizzati degli incontri in presenza di ambo i genitori.
  3. Corsi preparto privati: vengono sponsorizzati da un marchio e sono organizzati all’interno di store del settore baby. Hanno uno scopo commerciale, ma comunque sono utilissimi perché trattano tematiche come l’allattamento, il colostro, le ragadi e la loro prevenzione, come stimolare la produzione del latte, quali strumenti occorrono, etc. Spesso in questi eventi vengono consegnati dei kit omaggio: biberon, ciucci, creme, buoni sconto, etc. Aspetto non trascurabile, poiché permette di scoprire se quei prodotti sono in linea con le nostre esigenze.
  4. Durante il corso si instaurano conoscenze ed amicizie che spesso proseguono nel tempo. Sono momenti di confronto durante i quali ci si approccia sul come gestire criticità, etc.
  5. Soprattutto con la prima gravidanza, il trovare altre Mamme con cui confrontarsi e scambiare preoccupazioni, opinioni e consigli è importante e questo tipo di eventi aiutano a creare queste reti.
  6. Per capire quali spese evitare. Ad esempio: la bilancia per pesare il neonato è un acquisto superfluo. Sarà il pediatra a tracciare la crescita durante il bilancio mensile.
  7. Beneficiare di promozioni speciali e buoni sconto.
  8. Quando iniziare a fare i corsi preparto? Quelli ufficiali direi verso il 6°/7° mese e quello organizzato dall’ospedale direi verso la 34sima settimana perché informa sugli iter e l’occorrente per quella specifica struttura. Quelli privati anche subito.
  9. Quanti corsi preparto fare? Non esiste un numero. Se abiti in città e non hai impegni, allora perché non farne più di uno? In questo modo acquisisci più nozioni e racimoli una buona quantità di kit omaggio.
  10. Abiti lontano dalla città? Puoi fare un corso preparto online. Quale? Ad il corso gratuito e online di Mammole!

Perché non iniziare a chiedere qualche omaggio?

  • I campioni di pannolini Huggies Bebè e i campioni Drynites.
  • I campioni omaggio di mutandine post-partum di Tena Lady.
  • I campioni omaggio ESI (3 a scelta), tra cui consiglio l’aloe pura al 100%.
  • L’iscrizione a Quimamme ti garantisce 100 uro di buoni sconto e 3 copie omaggio di Io e il Mio Bambino.
  • Stampa i coupon omaggio di MiaFarmacia 
  • I buoni sconto sul sito Humana sono visualizzabili dopo l’iscrizione.
  • Inoltre, spesso sul sito Sconty, puoi trovare buoni sconto dedicati al mondo bimbo.
  • Il kit svezzamento della Mellin. 
  • E poi perché non iniziare a testare prodotti? Clicca qui per leggere l’articolo dedicato alle piattaforme che cercano Mamme Tester.
  • Risparmia sul detersivo: chiedi il dosatore omaggio seguendo le indicazioni sul sito Desideri magazine.