Una mamma ed un bimbo tra storie di vita, di creatività e pillole di diritto.
rimedi per fiori freschi

Come far durare i fiori freschi?

Come far durare i fiori freschi recisi? Rose, girasoli, tulipani o ranucoli. A prescindere dal fiore, esistono dei rimedi per evitare che marciscano o si appassiscano troppo velocemente? Per un compleanno, un anniversario, una nascita o una visita, il mazzo di fiori recisi è in media il regalo più adatto.

Non tutti sanno, però, che anche i fiori hanno un loro galateo e non tutte le tipologie e colori sono adatti ad ogni occasione. Anche se a prescindere dalle regole del bonton, ognuno di noi ha il suo fiore preferito. Il mio? Chi mi conosce bene è al corrente che il mio fiore preferito è da sempre la rosa bianca.

Oggi, però, ci interessa capire come far durare a lungo i fiori freschi.
Sì, perché dal fioraio sono sempre freschi e colorati, vengono composti in mazzi più o meno artistici ed hanno anche un prezzo elevato, soprattutto in certe stagioni.
Una volta a casa o regalati, è sufficiente una posizione errata o l’acqua non cambiata che la loro vita di riduce a pochi giorni, con il rammarico di chi li ha regalati e chi li ha ricevuti e poco se li è goduti.

Quindi, una volta a casa, è sufficiente cambiare l’acqua giornalmente? Quali le regole da seguire?

  • Trasportali in un punto fresco dell’auto e se hai delle ulteriori commissioni, sarà sufficiente una bottiglietta d’acqua da 0.50 tagliata all’altezza del collo per mantenerli freschi. Puoi incastrare la bottiglietta nel porta bicchieri.
  • Rimuovere la pellicola trasparente.
  • Eliminare le foglie alla base e tutte quelle che rimarrebbero immerse nell’acqua.
  • Munirsi di forbici da fiorista o un coltellino affilato ed effettuare un taglio obliquo 1 cm sopra la base. Attenzione: il taglio serve per permettere al fiore di assorbire quanto necessario. Importante è non schiacciare le fibre.
  • Il vaso: deve essere ben pulito e privo di funghi (questo vale soprattutto per i vasi da cimitero). Meglio se ampio. 
  • L’acqua deve arrivare a metà.
  • La posizione: lontana da fonti di calore e luce eccessiva.
  • La sera, se le temperature non scendono eccessivamente, posizionare il vaso all’esterno.
  • Generalmente i fiori acquistati in alcuni supermercati hanno in dotazione una bustina di polveri che alimentano la pianta e combattono i funghi. Diluirne il contenuto nell’acqua.
  • Sostituire l’acqua ogni 2 giorni e comunque appena inizia a diventare torbida.
  • Sopperire all’assenza della bustina, aggiungendo: 1 cucchiaino di zucchero ed 1 cucchiaino di candeggina. Lo zucchero funge da alimento e la candeggina elimina i funghi.
  • Per farli durare qualche giorno in più, quando ormai si stanno deteriorando, spruzzare della lacca spray da fiorista.

I funghi sono il peggior nemico dei fiori, ecco perché l’acqua deve essere sostituita. Oltre alla candeggina, esistono ulteriori rimedi della nonna che ne evitano la proliferazione:

  • una moneta di rame,
  • oppure un’aspirina,
  • oppure un cucchiaio di aceto.

Consigli: 

  • ultimamente mi regalo spesso un mazzo di rose recise e lo faccio perché i fiori mi trasmettono una sensazione di benessere. È una coccola tutta per me che acquisto settimanalmente alla Lidl, dove un mazzo di rose costa solo 2.99. Un giorno sono bianche, un giorno rosa ed uno rosso passione. In base all’umore. Hai mai pensato di acquistare i fiori per casa nei discount? Pensaci!
  • Ogni fiore e ogni colore ha un significato diverso: ad esempio l’orchidea è una pianta che regaliamo spesso, ma qual è il significato? Questo fiore è manifestazione di amore e si dona a chi lo ricambia. Per una nascita? Fiori colorati, ma non particolarmente profumati.
  • Sì, puoi recidere anche la stella di Natale ed esibirla in vaso come le rose. Un unico consiglio: per evitare la fuoriuscita copiosa del latte sarà sufficiente bruciare il taglio con un accendino oppure coprirlo di cenere. La recisione deve avvenire con una lama e non con le forbici, attraverso un taglio netto e deciso.

… e Tu quali rimedi ci consigli?