Una mamma, un bimbo T1 ed il suo barboncino, tra storie di vita, di creatività e pillole di diritto

Perché evitare la fila 33 sui voli Ryanair

Perché evitare la fila 33? Come e quali posti a sedere è preferibile scegliere quando si viaggia con un bambino? Quando si tratta di prendere l’aereo mamma e Mattia sono strafelici.
Dalla gravidanza (una volta al mese) e dopo i primi 30 giorni dalla nascita, abbiamo viaggiato talmente tante volte, da aver perso il conto.

Tra (tanta e non finirò di ringraziarla!) Ryanair e (poca) Alitalia, Mattia ha maturato più punti Millemiglia di un business manager, ma d’altronde se i Nonni sono lontani, il praticantato legale lo svolgo a Cagliari e a casa hai (ora non più) un aeroporto con volo diretto che puoi accaparrarti a pochi euro, che fai?!? Non viaggi??? Certo che viaggi!!!

E fu così che siamo diventati esperti di “posti a sedere” e quando si viaggia con un bimbo o un pancione di 7 mesi, l’aspetto non è trascurabile.

Quali posti a sedere scegliere?
La soluzione migliore è optare per le prime o le ultime file poiché più facili da raggiungere, mentre trascini letteralmente per le scalette una zavorra fatta di: trolley, elefante zainetto che pesa solo lui quasi 10 kg (mele, lettore dvd, macchinine varie, etc.), shopping che cade ripetutamente dal braccio e si incastra ovunque ed il bimbo “arranocchiato” (proprio in stile ranocchio!!) sull’altro lato del corpo.

Non tutti posti a sedere possono però ritenersi comodi.

I più ampi sicuramente sono quelli della prima fila dx e sn, dove non hai problemi ad allungare le gambe. In questi sedili il tavolino è sul bracciolo e spesso durante le operazioni di volo non è possibile tenere in mano nulla, compresi i bagagli sotto al sedile.
Altrettanto larghi sono i posti con uscita di sicurezza, non disponibili per i disabili e dove non è possibile tenere in mano o sotto il sedile giubbotti o borse.

I posti a sedere peggiori sono quelli della famigerata fila 33 che noi abbiamo anche pagato!!!

Perché sono sconsiglio la fila 33?

  • più stretti del normale, per la presenza dei bagni sul retro;
  • ad ogni tirata di sciacquone salti per aria dallo spavento;
  • gli odori dei bagni arrivano fino ai posti a sedere.

Sconsigliati sia in caso di gravidanza che in presenza di 0/2 anni in braccio o bimbi più grandi. Su un 1,75 di altezza, le ginocchia rimangono incastrate e doloranti, sullo schienale del sedile anteriore.

Le prime 10 file e dalla 31/33 sono le più care, in particolare dalla 1 alla 5 (Premium), pertanto scegliete consapevolmente. Il posto a sedere 11A non ha finestrino, mentre la visuale migliore è quella dei posti a sedere fila 1 alla 10. L’11F non ha il finestrino. Il 12F ha un finestrino leggermente in avanti rispetto alla seduta.

Con bimbo opto per lato corridoio o finestrino? Tutto tranne posto centrale tra estranei.
A parer mio con un neonato è preferibile il lato corridoio per scappare in bagno alla necessità e beneficiare delle coccole e delle distrazioni dei passeggeri attorno. Il posto a sedere lato finestrino è un’ottima scelta per bimbi curiosi come Mattia che dai 2 anni in poi ha seguito tutte le operazioni di volo e tra le nuvole si è intrattenuto con un lettore DVD, una mela da sgranocchiare ed un succo di frutta. Aspetto da valutare è la lunghezza del volo!

Insomma, pagare o non pagare il posto a sedere? Dipende da Voi. Mi è capitato di pagare il posto a sedere all’andata perché ad esempio il volo era quello del mattino prestissimo e non pagare il rientro, per poi ottenere con l’assegnazione automatica e gratuita per me e bimbo 0/23 mesi in una delle prime file.

Se optate per quest’ultima opzione, potete procedere da 7 giorni a 4 ore prima del volo. In questo caso, osservando la mappa completa dell’aereo con i posti a sedere occupati/liberi potete farvi un’idea di massima delle possibilità di ottenere un posto finestrino, centrale (che io odio) o lato corridoio dove sorbirsi il via vai di carrelli e personale.

E Tu hai qualche altra dritta per farci viaggiare meglio anche su voli low cost più lunghi?!?