Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget

Come pulire la lavatrice

Come pulire la lavatrice? La lavatrice puzza di muffa?  I panni puzzano, in particolare i colorati? La lavatrice non lava bene? La lavatrice perde acqua? La lavatrice puzza e capita spesso. Capita, capita anche a me e capita per svariate ragioni: troppi lavaggi a basse temperature, oblò sempre chiuso, guarnizione e filtro sporchi, tubature intasate.

Come risolvere? Con la pulizia da cima a fondo!

Cosa usare per pulire la lavatrice?

Occorrente:

  • un vecchio spazzolino da denti,

aceto, bicarbonato, candeggina!

Ma partiamo da principio.

  • Valuta la posizione: la lavatrice è in un punto in cui batte il sole, in un terrazzo, in giardino? Quando i bimbi sono a nanna, nelle giornate più calde, dopo aver steso il bucato, lascia l’oblo aperto e permetti l’aerazione che eviterà la formazione del cattivo odore, di germi e batteri.
  • Come pulire la lavatrice? Una volta al mese dedica 10 minuti a:  1) pulire bene l’oblo e le guarnizioni. Per queste ultime utilizzare uno spazzolino da bagnare in una vaschetta di acqua calda con l’aggiunta di 1 bicchiere di bicarbonato o di aceto. 2) Rimuovere la vaschetta del detersivo, perché al di sotto spesso si creano muffe pericolose. Con un vecchio spazzolino da denti rimuovi le incrostazioni all’interno del vano vaschetta. 3) Controllare il filtro (in genere è situato in basso, coperto da uno sportello), fai uscire l’acqua accumulata e lavalo con cura.
  • Come disinfettare la lavatrice? Iniziate con un lavaggio a vuoto a 90° senza detersivo. Riporre circa 1/2 litro di aceto bianco + 1 cucchiaio di bicarbonato direttamente nell’oblo e la stessa quantità nella vaschetta. In alternativa effettuare un lavaggio con 2 palline colme di candeggina, riposte direttamente nell’oblò. Per evitare danni da residui di candeggina, nel bucato successivo effettuare un lavaggio dei bianchi.
  • Continua a puzzare? Verifica la tubatura che conduce l’acqua alla lavatrice, potrebbero esserci residui di sporco, calcare, etc.
  • Qual’è la migliore temperatura per lavare i capi in lavatrice? I lavaggi a 30° permettono di risparmiare e possono essere utilizzati per i capi non particolarmente sporchi. E’ bene comunque alternare lavaggi con acqua fredda ed acqua calda, perché i soli lavaggi a temperature basse contribuiscono ai cattivi odori. 
  • Come evitare il calcare nella lavatrice? Ad ogni lavaggio aggiungere, al detersivo, 1 cucchiaio di bicarbonato o di aceto di sidro di mele che ha un’acidità bassa che non danneggia le parti metalliche.
  • Le ecodosi, tabs, etc rovinano la lavatrice? Questo tipo di detersivo non andrebbe utilizzato nei lavaggi brevi, poiché rischiano di non sciogliersi. Inoltre, se lavi i colorati verifica la presenza di additivi che potrebbero, in caso di mancato scioglimento, incrostarsi e danneggiare i capi.
  • Detersivo in polvere o liquido: quale usare? Innanzitutto, dosare correttamente il detersivo evita la formazione di cattivi odori. Aggiungendo 1 cucchiaio di bicarbonato ad ogni lavaggio e utilizzando la giusta dose di detersivo ne rafforziamo l’efficacia.
  • Liquido, Caps, Ecodose o in Polvere: quale detersivo è migliore? Dipende dalla lavatrice e dipende da come la usi. Esistono lavatrici che non sciolgono il detersivo in polvere, poiché i lavaggi frequenti sono a 30°, in questi casi è preferibile 

usare il detersivo liquido rinforzato da bicarbonato. Le caps tendono a sbriciolarsi all’apertura e le ecodosi hanno il beneficio di evitare sprechi, ma necessitano di lavaggi più lunghi e non a freddo.Detersivo nella vaschetta o nell’oblò? Inserendo il detersivo liquido o in polvere nell’oblò, dentro una pallina, si evitano dispersioni di detersivo a beneficio di una risparmio nell’uso delle quantità, nella qualità della pulizia e inoltre si evitano incrostazioni lungo il percorso che porta all’oblò. Caps ed ecodosi a scanso di equivoci vanno sempre nell’oblò. Su Desideri Magazine può richiedere il dosatore da oblò in omaggio, compreso di spedizione gratuita.

Nota dell’autore: quelli sopra riportati rappresentano metodi casalinghi comunemente utilizzati. La decisione di sperimentarli dipende esclusivamente dalla volontà personale. Per evitare danni  a cose o persone si consiglia di sperimentare i trucchi solo se sicuri di non creare danni, in alternativa, qualora abbiate timore, rivolgetevi a personale specializzato che risolverà il problema per voi.