Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget
MAri Pintau spiaggia

Mari Pintau a Quartu Sant’Elena

Mi chiamo Mari Pintau. Sono una delle più belle spiagge della Sardegna. Mi trovo nel profondo Sud, sulla costa orientale, sulla strada provinciale 17 che da Cagliari – Quartu Sant’Elena conduce verso la località di Villasimius.
Il mio nome significa mare dipinto perché quando arrivi in quella curva, è difficilissimo non rimanere a bocca spalancata rapiti dinnanzi ai colori delle mie acqua che si mescolano a quelli della terra, della roccia e della macchia mediterranea.

Ma d’altronde la sensazione è la stessa quando percorri ogni curva che da Viale Poetto, passando per Capitana, Cala ReginaKala‘ e Moru portano verso Torre delle StelleSolanasVillasimius.
Qui gli occhi fanno il pieno di colori indescrivibili, mentre le narici si riempiono dei profumi della macchia mediterranea e della terra bruciata dal sole rovente. 

Questa poi è una delle strade panoramiche più belle della Sardegna del Sud. Sì, forse la SP17 è un pochino troppo trafficata in certe ore, ma quando la si percorre per godere di luoghi così, nessun’ora persa in coda può reputarsi vana!

Dove siamo di preciso? Siamo nella Sardegna del Sud, a 44 minuti circa da Cagliari, nel territorio di Quartu Sant’Elena. Se parti da Cagliari puoi visualizzare il percorso su googlemaps e se non sei automunito, puoi raggiungere questa località con i mezzi di trasporto pubblici (autolinee regionali ARPA).

Mari Pintau vista dalla SP

La spiaggia di Mari Pintau è attrezzata? Sì. Rispetto a quando ero ragazzina io, sì. Allora non c’era veramente nulla. L’acqua e il panino arrivavano da casa, come anche l’ombrellone. Oggi trovi: un chiosco bar, un bagno con docce a pagamento, un servizio di noleggio palma, lettini e sup.

A che ora andare a Mari Pintau? Bella domanda! Consiglio di arrivare prestissimo, alle 8 del mattino, oppure a cavallo con la pausa pranzo, altrimenti sarà difficile sia trovare un angolo per l’ombrellone che il parcheggio per l’auto.

Cosa portare? Per le piccole necessità hai il chiosco che se non erro prepara anche qualche panino. E comunque non dimenticare: ombrellone e frigorifero, cappellino e protezione alta se hai sei bambini (le pietre aumentano l’effetto dei raggi solari), ciabattine di plastica (basse) o ancora meglio sandaletti da mare perché la riva è scivolosa.

Cos’altro sapere? Questa è una parte di costa che puoi visitare anche in giornata, da ogni punto di partenza. Un bagno a Mari Pintau e poi direzione Villasimius per pranzo. Se invece volete pranzare al sacco, sempre a Villasimius è presente un ampio parco giochi attrezzato con tavolo e panche, fontanelle e bagni pubblici puliti.
Quando il mare è mosso nella costa del Poetto, le calette come Mari Pintau offrono in genere un mare calmo.

Scopri la Sardegna leggendo i nostri blog post.