Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget
uova come si conservano

Uova tra rimedi della nonna, consigli e riciclo

E che fortuna è avere un bel pollaio e poter usare le uova fresche per zabaioni, tiramisù, torte, frittate e non solo. 
Ma quando non le separiamo da quelle dei giorni successivi può accadere che sorgano dubbi sulla freschezza ed ecco che ci chiediamo: quanto durano le uova fresche? Esistono sistemi per riconoscere l’uovo fresco quando non è impressa la data di scadenza (obbligatoria per legge)?
Quali sono i Rimedi che la Nonna ci consiglia per usare al meglio le uova? Come si sguscia un uovo con facilità? Possiamo riciclare i gusci?

  • Qual’è la scadenza? Le uova, dal momento della deposizione, hanno una durata di circa 28 giorni.
  • L’uovo si conserva in frigo o a temperatura ambiente? Hai notato che al supermercato le uova non sono mai nel banco frigo, ma comunque in una scaffalatura vicino tra i vari frigo, il reparto macelleria, etc. Oltre ad essere una scelta di marketing, c’è soprattutto una ragione legata alla conservazione del prodotto. L’uovo può essere conservato in frigo oppure in un luogo fresco, avendo cura di evitare temperature superiori ai 20/25°. Se le conservi in frigo è bene tenerle lontano dagli altri alimenti ed ecco perché è preferibile conservarle nella loro confezione, anziché riporle nel portauovo del frigorifero. Evita di sottoporla a sbalzi di temperatura.
  • Le uova fresche galleggiano o affondano? Immergi il singolo uovo in un bicchiere colmo d’acqua: se sale verso l’alto è da buttare, se rimane sul fondo è fresco.
  • Come sbucciare le uova senza romperle? Innanzitutto l’albume rimane attaccato al guscio per l’uovo è troppo fresco. Prova ad aggiungere qualche goccia d’aceto e un pizzico di sale direttamente nell’acqua di cottura.
  • Come sbucciare le uova sode senza fatica? Mettile all’interno di in un bicchiere (una alla volta), riempilo d’acqua fino alla metà, tappalo con il palmo della mano e agita velocemente il tutto. In pochi secondi, il guscio si rimuoverà con pochi gesti.
  • Come rimuovere il pezzetto di guscio caduto nel piatto delle uova da sbattere?! Bagna le dite e riuscirai ad eliminarlo senza difficoltà.
  • Un solo uovo per impanare le fettine o poche uova per la frittata? Diluiscile con il latte e i piatto risulterà più saporito.
  • L’uovo sodo scappa dal polpettone? Passalo nel pane grattugiato.
  • Le astuzie per sbattere gli albumi a neve fermissima? Usa uova fresche, aggiungi un
    pizzico di sale.e usa una ciotola d’acciaio o di plastica che facilita la lavorazione.
  • Come cucino un perfetto uovo al tegamino? Padella calda, non usare il coperchio e sala solo alla fine. 
  • Quanti minuti deve cuocere l’uovo sodo? La mia mamma ha sempre detto: “7 minuti dal punto di ebollizione”.
  • Come rimuovere l’odore dell’uovo da stoviglie e superfici? Se non vuoi usare un piatto usa e getta, il rimedio più efficace, ma altamente inquinante e l’uso della candeggina. La candeggina disinfetta anche le stoviglie, oltre alle superfici, ma anche se usata in poche gocce, ne rimangono residui difficili da rimuovere che l’organismo dei più piccoli non riescono ad eliminare se ingeriti ad esempio tramite il bicchiere lavato in questo modo. Ecco perché la soluzione migliore è: mettere le stoviglie a bagno in acqua fredda (calda accentua l’odore), aggiungere aceto e limone all’interno e lasciar agire per 15/20 minuti. Successivamente, si sostituisce l’acqua e si lava con del detersivo per piatti al limone. Sulle superfici che non temono le sostanze acide, possiamo usare una spugna con qualche goccia di limone o ancora meglio di aceto, oppure possiamo realizzare uno spray con 1 parte di aceto bianco e restante acqua ed utilizzarlo anche per la pulizia di vetri e specchi.
  • Cosa posso fare con il guscio dell’uovo? Noi lo abbiamo lavato con cura e trasformato in un semenzaio. Come? Aspettiamo i germogli e poi arriverà anche il post dedicato a come aprire con attenzione le uova, come lavarle e come seminare le lenticchie. Oppure puoi riempire i gusci di cera fusa e trasformarli in candele per la tavola di Pasqua.
  • Ricicliamo i gusci? Possiamo trasformarli in un fertilizzante. Come? Frulliamo qualche buccia di banana ricca di potassio, zolfo, calcio, fosforo e magnesio; fondi di caffè che piacciono tanto alle acidofile e i gusci d’uovo che per il 93% contengono carbonato di calcio che piace alle piante d’appartamento e a pomodori e peperoni. Frulliamo il tutto e usiamolo come fertilizzante nelle dosi corrette e nel periodo indicato. Mai usare il fertilizzante a terreno caldo, poiché rischiamo di provocare danni alla pianta.