Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget

Scarpe bimbi come e dove comprarle

Perché acquisto calzature negli outlet o negli spacci delle fabbriche? Perché consiglio gli outlet? La convenienza è reale? Capo/calzatura di qualità secondo le tendenze dell’anno precedente versus acquisto in stagione a prezzo pieno, quale dei due vince?

Quante volte mi hanno bersagliata di domande circa la reale convenienza degli spacci o outlet e la mia risposta è sempre la stessa: è bello uscire da un negozio del centro con la shopper e quel logo luxury impresso, ma a casa, quando si fanno i conti, iniziano i rimorsi. Poi, i bimbi crescono velocemente e allora perché spendere cifre assurde per un paio di calzature che userebbero pochi mesi e con l’ansia di rovinarle, quando loro hanno bisogno di giocare, rotolare e divertirsi?

Frequentando spacci aziendali e outlet ho scoperto di potermi concedere calzature prodotte in Italia, di primissima qualità, al prezzo della grande catena e ho imparato che spesso non è necessario percorrere km e km per trovare un super affare!!

Guardatevi attorno: nella Vostra Regione sono presenti fabbriche di calzature, di abbigliamento o accessori? Esistono negozi che vendono stock di merce degli anni passati? SI?!? Il mio consiglio è: non snobbateli!!!

Non lontano da casa ho un outlet di calzature bimbo/adulto.
E’ risaputo quanto sia importante far calzare ai nostri bimbi delle scarpe di qualità, poiché i difetti li portano con se negli anni, con conseguenze che noi conosciamo bene, con il Nonno che a 50 anni ha dovuto mettere una protesi. Perciò, tra mille incertezze di una Mamma non nata imparata e spesso imperfetta, mi sono domandata quale sia la scelta migliore per i primi passi del mio bimbo.

Con il mio bagaglio di incertezze, mi reco in un negozio, tra l’altro a stagione piena e quindi zero sconti. Acquisto una scarpa su consiglio della commessa. Risultato?!? Troppo grande e dopo 3 giorni la calzatura perde pezzi. Risultato?!? Mi sono ripromessa: mai più!


Ed ecco che scopro l’esistenza di un negozio che vende stock di calzature dell’anno precedente. Porto con me Mattia e mi ritrovo con una sfilza di Aziende leader nel settore bimbo: Balducci, Naturino, Naturino Sport, Falcotto, Melania, Geox e grazie all’addetta scopro che:

  • la scarpina bimbo deve essere morbida, flessibile e leggera;
  • la misura? Conta un centimetro di crescita come distanza consigliata tra l’alluce e la punta della scarpina. Per effettuare la misurazione, estrai la soletta e posala sotto il piedino del bimbo, facendo si che distenda anche le dita;
  • tastare la punta per verificare la corretta misura solo con il bimbo in piedi.

Risultato? Esco Super Soddisfatta per avere capito qualcosa in più sul mondo scarpine bimbo e con noi, porto un paio di calzature Falcotto (forever!!!) morbidissime, in pelle dentro e fuori, a soli 34,90 e non dimenticherò mai l’espressione di mio figlio che posato a terra, guardò le scarpe con un sorriso, come a dire: Mamma sono le mie!!! 

Lo so, non tutti gli outlet possono essere così vicini a casa, allora? Segui il mio consiglio: organizza una gita con delle amiche, in modo da ammortizzare le spese di viaggio e fondamentale è la presenza del bimbo/a.

Prima di partire fatti quattro conti, poiché è fondamentale porsi un budget, altrimenti l’altrui crisi da acquisto compulsivo rischia di far vacillare la nostra fermezza, l’adrenalina può salire a palla e il conto precipitare a picco in rosso fuoco!!!
E’  preferibile non scendere mai a compromessi sulle taglie/taglie, perché una volta arrivati a casa, la calzatura dobbiamo farla indossare e se è scomoda sono dolori. Acquistiamo in maniera consapevole.

Per l’acquisto di calzature autunno/inverno porto con me un paio di calze più fini ed una più grossa.

Negli anni ho anche compreso che è bene recarsi in questi negozi con la consapevolezza che non sempre si fanno grandi affari! Anzi, mi correggo, gli affari si fanno sempre, poiché i prezzi sono di gran lunga più vantaggiosi  rispetto a quelli degli Store delle grandi città, ma diciamo che il mio concetto di AFFARE è da intendersi come equivalente al portarsi a casa una calzatura firmata “indossabile” e non una “trappola”, al prezzo di una comprata in un qualsiasi altro store commerciale.

Ti svelo il segreto dei miei acquisti: osservo solo ciò che è best price o campionario, perché è la che si fanno i veri affari. Evito di guardare tutto ciò che ha un prezzo che va oltre il mio budget, proprio per non rimanere folgorata e ritrovarmi in cassa, a pagare ciò che mi ero ripromessa di non guardare!!!

Che mi dici? Questo post ti è utile? Ti possono interessare altri articoli con le mie strategie in tema di shopping o dedicati a chiarimenti su date di scadenza, esperienze da mamma, etc? Aspetto il Tuo parere!!!

Si precisa che tra Il Salvadanaio di Super Mamma e le Aziende di calzature menzionate 
"non sussiste alcun rapporto di collaborazione".