Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget
dado vegetale senza cottura

Dado vegetale senza cottura

Il dado vegetale senza cottura è una preparazione facile e veloce che richiede verdure di stagione e sale marino fino. Questa ricetta può essere personalizzata a piacimento, l’importante è mantenere il rapporto (in termini di quantità complessive) tra verdure e sale. Una volta pronto puoi usarlo per preparare spezzatini o genovese, polpette in umido o al sugo, pasta e fagioli o pasta e ceci o qualsiasi altra ricetta contadina o meno che richiede una base di verdure.

Questa ricetta di dado vegetale senza cottura puoi prepararla facilmente e velocemente, poiché non è necessaria la cottura in padella o forno. L’importante è eliminare l’acqua di coltura il più possibile, facendola colare in un colino a maglia fine. Solo successivamente si aggiunge il sale e si invasa. Personalmente prima di salare, le sistemo nuovamente sulla bilancia per capire il calo di peso e aggiungere la quantità corretta di sale.

Ricetta originale

200 g di cipolla
150 g di carote
100 g di sedano con foglie
50 g di prezzemolo
50 g di salvia
20 g di timo
10 g di basilico
10 g di maggiorana
280 g di sale
5 g di pepe

Procedura

  1. Riunire le verdure, pulirle e lavarle accuratamente.
  2. Pesarle e aggiungere fino ad arrivare alla quantità complessiva di 590/600 g.
  3. Metterle ad asciugare.
  4. Tritarle finemente con un mixer.
  5. Riporle in un colino a maglia fine per far perdere l’acqua di coltura, avendo cura di girare periodicamente il tutto con un cucchiaio. Se possibile, sistemare il colino (con una ciotola sotto) in un luogo soleggiato, coperto con un canovaccio.
  6. Quando l’acqua si sarà visibilmente ridotta, prendere una capiente ciotola mescolare bene il sale con le verdure. Personalmente procedo a pesare nuovamente le verdure per capire il calo di peso e aggiungere la quantità corretta di sale.
  7. Invasare e conservare in un luogo buio e fresco.
  8. Una volta aperto, conservare in frigorifero.

Consigli:

  1. potete variare la tipologia della verdura in base ai gusti ed aggiungere ad esempio la zucca o il finocchio ed eliminare le aromatiche più adatte ad un soffritto e non sempre gradite.
  2. Distribuire il preparato in più vasetti piccoli, in modo da tenerli in dispensa e conservare in frigo (dall’apertura) per un tempo limitato di qualche settimana.
  3. Come utilizzare il dado vegetale? Questa preparazione è ottima per preparare spezzatini o genovese, polpette in umido o al sugo, pasta e fagioli o pasta e ceci o qualsiasi altra ricetta contadina o meno che richiede una base di verdure.