Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget

Educazione Finanziaria a cura di Trading in Rosa

Immagine1Veronica, 33 anni,  Mamma 100% Made in Sardinia,
Trader Finanziaria
ossia colei che ha la capacità di trasformare argomenti ostici
come l’economia in un qualcosa alla portata di tutti,
con consigli reali ed efficaci sull’educazione finanziari.
Visita il Blog, profilo G+ , la pagina Facebook

Viviamo in un era che pullula di informazione, se volessimo potremo essere esperti dei più svariati argomenti.
Ormai non c’è più limite all’inventiva, oltretutto su internet impazzano i tutorial per qualsivoglia attività e in molto decidiamo di appassionarci ad un hobby solo partendo dalla tastiera del pc, ma tutto questo esubero di informazioni, talvolta, ci rende anche pigri come a voler pensare “tanto sta tutto li, se un domani dovesse servirmi ci penserò, mi informerò, imparerò”.board-1097118_640
Può anche essere un ragionamento corretto.
D’altronde non si può immagazzinare una mare di informazioni e cercare di acquisire attitudini come se non ci fosse un domani ma, in alcuni casi, non si può pensare di aspettare, rimandare e ottenere poi lo stesso risultato che si sarebbe ottenuto se ci fossimo impegnati prima.
Sto parlando dell’educazione finanziaria e cioè di quelle conoscenze che possono permetterci di occuparci della gestione del nostro denaro affinché non ci manchi nel futuro. Ho notato che sempre più spesso l’argomento viene affrontato, sia in tv che nei giornali e questo è un bene, significa che sta aumentando la sensibilità delle persone verso questo tema ma sono ancora in molti a tenere la testa sotto la sabbia, frenati magari dalla diffidenza o dal timore di incappare nel rischio di perdere i propri soldi, ma questa paura gioca spesso a sfavore del desiderio di voler fare meglio nel nostro modo di risparmiare e investire, per cui dovremo comprendere tutti che l’unico pericolo è quello che ci spinge a stare fermi, a non voler far nulla.cost-1174922_640
Ci sono dei libri che si possono leggere per iniziare ad approcciare con l’educazione finanziaria.
Io consiglio quelli scritti da Cristina Perciaccante (che tiene anche dei corsi a milano) e Debora Rosciani (conduttrice di una trasmissione a tema su radio24), oppure si può iniziare ad acquistare un quotidiano di economia e finanza (alcuni propongono anche degli opuscoli settimanali a riguardo), ancora sul web esistono svariati siti e blog che trattano l’argomento, io ad esempio ho deciso di curare un blog sull’educazione finanziaria al femminile (tradinginrosa.com).
Non possiamo più permetterci di escludere il mondo dei denari dalle nostre vite, relegandolo ad un mero strumento di acquisto, se ci pensate, gli stipendi volano via quasi tutti nelle spese mensili e poco avanza da mettere da parte per il futuro, questo significa che dobbiamo modificare il nostro stile di vita, siamo sicuri che non stiamo realizzando sprechi?
Siamo sicuri che sappiamo spendere in modo ragionato?
Siamo sicuri che non siamo schiavi del consumismo? Rispondendo sinceramente a queste domande avremo già trovato il perno dei problemi legati al cattivo risparmio inteso come accumulo di soldi per il futuro, ecco che allora potremo cominciare a consumare in maniera più oculata:

  • Il cibo
  • L’acqua
  • Il gas
  • Il carburante
  • L’energia elettrica
  • Etc….

Evitare gli sprechi è un ottimo punto di partenza ma anche acquistare con consapevolezza contribuirà al risparmio, quindi prediligere la filiera corta, i saponi naturali, i detersivi home-made, lo sport all’aria aperta, la coltivazione in casa di spezie (basilico, origano, zafferano) e piccoli piante di ortaggi, limitare l’acquisto di cosmetici costosi e inutili, di diavolerie elettroniche superflue di tutto ciò insomma che ci illude di avere uno status sociale maggiore ma che invece ci impoverisce soltanto, liberarsi dal desiderio di possedere oggetti che non ci servono realmente e che creano delle catene invisibili.
Il risparmio sano nasce dal modificare uno stile di vita sbagliato che non ci permette di rispettare la nostra persona e l’ambiente che ci circonda, non si tratta di puntare alla ricchezza per comprarsi lo yatch ma di puntare ad una vita finanziariamente libera in cui saremo in grado di non farci mancare nulla oggi e domani, in cui non avremo più bisogno di indebitarci per realizzare i nostri progetti e in cui sapremo gestire e far fruttare i nostri denari senza timore, contribuendo alla salute dell’economia collettiva, considerato che il risparmio è il motore del sistema economico.
Scegliere di educarsi finanziariamente e trasmettere ai nostri figli una corretta visione dell’utilizzo del denaro, permetterà di migliorare le nostre vite e quelle delle generazioni future. C’è da rifletterci.

Il Mio Grazie a Veronica

Immagini gratuite tratte da Pixabay.