Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget

Con Splitit la Lista Nascita diventa un “Salvadanaio”

baby-718146_960_720.jpg

Splitit = Lista Nascita = Colletta Digitale = Salvadanaio Virtuale = Regali a Dimensione Famiglia = Zero Regali Inutili = Zero Sprechi = #iorisparmio
Ma prima, che dite, facciamo i conti?
Tutine “a volontà”; una quantità industriale di creme culetto sufficienti fino ai 18 anni; biberon che non entrano nello sterilizzatore; attrezzature non a dimensione mini appartamento di città che Mamma & Papà avrebbero scelto con metro alla mano e l’armadio della cameretta che grida: pietààààà, abbi pietà di me!
Di cosa parlo? Naturalmente, dei regali ricevuti per la nascita dei nostri bimbi!!!
Alzi la mano chi non ha mai pensato: “Ma che spreco, ci ritroviamo la collezione primavera/estate 2016 di un intero negozio!”.
Poi, diciamola tutta: noi mamme primipare, prese dall’euforia della new entry, al terzo mese di gravidanza, quando finalmente si può annunciare la lieta novella a parenti e amici, abbiamo già acquistato: il Trio; il fasciatoio completo di body, tutine, calzine, completini; accessori per il bagnetto fino a minimo minimo 6 mesi del bimbo.
Per non parlare della scorta di pannolini in super mega offerta che ci farà vivere di rendita per quasi il primo anno di vita e della cameretta arredata, pitturata e decorata già per il sesto mese di gravidanza, perché: “Non si sa mai, potrebbe decidere di bussare in anticipo sulla data presunta”.
Non sei una primipara?!? Il rischio è maggiore: hai già una buona base di partenza ereditata dal primo figlio.
Ma, allora, come risolviamo il problema regali?
Siediti e leggi ancora qualche riga.
Giurin giurello: questo sistema è a zero crisi familiari e non creerà guerre clandestine nemmeno con il parentado più anziano, desideroso di tagliare il nastro prima di tutti per scoprire che se il/la bimbo/a somiglia a Mamma o a Papà!
Andiamo al sodo e ti dico cosa ho scoperto:  si tratta di una nuova piattaforma che accantona la vecchia idea di lista nascita e che avvicina amici e parenti più lontani.
Come? Splitit ci aiuta a creare una lista nascita online o meglio un salvadanaio online che attraverso un conto virtuale conduce a noi il “pensiero” in denaro dedicato alla Famiglia.
Facciamo passare il messaggio del “basta poco, ma gestibile da noi” per la felicità di tutti.

gift-553140_960_720.jpg

Come funziona?

  1. Ho creato il mio account
  2. Ho cliccato su “Crea Colletta”
  3. Ho assegnato il nome alla mia colletta
  4. L’ho descritta nell’apposito spazio
  5. Ho deciso di optare per la quota libera, anziché quella fissa (adatta a parer mio per baby party, compleanni, etc.)
  6. Ho inserito un’immagine di benvenuto
  7. Ho cliccato su opzioni avanzate e personalizzato la lista specificando l’indirizzo di casa, i recapiti (email, telefono, etc), la visibilità pubblica o privata, il totale della raccolta nascosto o meno, eventuali informazioni aggiuntive, ho deciso se gli invitati possono scrivere dei messaggi e invitare a sua volta altre persone.
  8. Ho registrato e salvato la colletta.

Ho creato la mia lista e ora? Da questo momento non devo far altro che diffondere la voce e mandare gli sms. Fino ad un massimo di 20 sms gratuiti.
Ma come possono essere versate le quote?
Semplicemente tramite bonifico, carta di credito o paypal. Mamma e Papà, dal canto loro, possono prelevare da questo conto virtuale tutto ciò che è necessario per la new entry.
Più facile a farsi che a dirsi, perciò, riflettici su e vuoi un consiglio?
Goditi gli ultimi attimi di pancione sforbiciando delle idee carine di bigliettini da consegnare ad amici e parenti con le indicazioni che conducono alla Tua lista Splitit.
Indice di affidabilità del sito? No problem! Ho spulciato questo scatolone virtuale e non ho trovato feedback sospetti. I pagamenti sono garantiti. Nelle condizioni di utilizzo trovi i costi del servizio. Sulla loro Pagina Facebook puoi trovare gli aggiornamenti relativi a questa piattaforma.

12190907_509150369246561_4874486906715275093_n.jpg

Immagini tratte dal sito Splitit e dal sito Pixabay (queste ultime libere da diritti di copyright).