Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget

Ghiaccioli di succo di frutta centrifugata

La mia centrifuga è una “straccu barattu”, acquistata a soli € 18.90. Direi un elettrodomestico senza pretese, regalatomi dai miei genitori  per capire se le centrifughe sono adatte alla nostra famiglia. 🙂

Abbiamo iniziato con qualche centrifugato di pesca o albicocca, poi siamo passati al melone e devo dire che a Mattia sono piaciuti particolarmente. Rispetto al frullato riesce a gustarli più facilmente, probabilmente per la consistenza più liquida e meno grumosa.

Esiste però una differenza sostanziale tra centrifugato e frullato e sta nella presenza o meno della fibra. La centrifuga è composta da solo succo e il sistema digestivo non deve lavorare per assorbire le sostanze nutritive. La presenza della fibra comporta un maggiore lavoro a livello digestivo da una parte ed un senso di sazietà dall’altro. Probabilmente per un bimbo piccino amante della frutta come Mattia è preferibile un centrifugato ad un frullato o alla stessa frutta fresca che lui mangerebbe in continuazione!!!

Così, con l’arrivo del caldo opprimente e visto il gradimento del succo ed il successo dei gelatini allo yogurt di cui abbiamo parlato qualche settimana fa, ho deciso di realizzare ghiacciolini anche con i centrifugati. Devo ammettere che sono di gran lunga migliori di quelli comprati, il sapore è forte e deciso, per non parlare del profumo. Pertanto se, come da queste parti, si ha la possibilità di comprare frutta fresca dai contadini, perché non approfittarne?!?

Semplicissimo: stampini nuovi, nuovi e un bel po di frutta fresca sbucciata ed ecco cosa ho realizzato: ghiacciolini alla ciliegia

wpid-20150610_173457.jpgghiacciolini al melone e alla pesca:

wpid-20150610_172710.jpgghiacciolini alla pesca e banana:

wpid-20150610_175337.jpgRicordatevi di girare con un cucchiaino il succo, in modo da amalgamare bene il tutto.

La centrifuga è una Keiros (marca venduta in discount). E’ un elettrodomestico compatto, composto da 3/4 pezzi: corpo, scomparto residui, grattugia e contenitore per il succo. Tutto sommato questo attrezzino lavora bene.

image

La frutta non necessita nemmeno di essere sbucciata (tranne melone, anguria, etc) e vanno rimossi solo i noccioli particolarmente grandi. I frutti come mele e ciliegie sono quelli in cui ottengo meno scarto, la polpa risulta completamente prosciugata. Con frutta tipo melone il discorso è diverso. Ho la sensazione che una parte del succo si disperda. La consiglio se si tratta di usi sporadici, se come a me piange il cuore a vedere tutto quel ben di Dio finire nella spazzatura… perché alla fine, non riuscirei a preparare biscotti/torte/sformati/crackers con ogni scarto. Inoltre, una piccola cifra aiuta a capire se è opportuno affrontare la spesa per l’acquisto di una centrifuga professionale che può costare anche € 150/200 a fronte di una resa maggiore sotto più punti di vista!
Ahhh… cosa importante: i ghiacciolini di frutta fresca hanno un sapore buonissimo…. di frutta!!! 🙂