Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget

Riciclare i barattoli di latta

Come riciclare i barattoli di latta dei fagioli e dei ceci? Come riutilizzarli in casa in maniera creativa? 
Da qualche settimana accumulano barattoli di latta, in attesa di capire cosa farne, fino a che rovistando nella “scatola delle cianfrusaglie” hanno pensato di trasformarli in qualcosa di più grazioso esclusivamente con l’uso di filo di spago e qualche ritaglio di tessuto.

Occorrente:

  1. ritagli di tessuto e bottoni.
  2. vinavil,
  3. spago,
  4. forbici
  • Creare una soluzione vinilica con 1 parte di colla e 1 parte di acqua da rinforzare con un goccio di colla in più.
  • Verificare il bordo interno del barattolo. E’ tagliente? In questo caso rivestirlo con del tessuto, in modo da evitare spargimenti di sangue.
  • Al primo barattolo, ho ridato nuova vita con lo spago. Ho utilizzato uno spago grezzo, non particolarmente grosso. Ho passato lo spago attorno al barattolo e per fissare il lavoro ho deciso di applicare un po di colla solo nella parte iniziale e a chiusura. In alternativa è possibile bagnare lo spago in una soluzione di acqua e vinavil come specificato sopra e poi proseguire con il rivestimento, ma in questo caso il lavoro assume un aspetto più “ruvido ed asciutto”, mentre preferisco un aspetto più naturale. Oppure, si spennella il barattolo con sola vinavil, per poi far aderire lo spago, sempre partendo dalla parte più bassa.
  • Per bloccare la parte iniziale del filo, l’ho accavallata al primo giro di spago attorno al barattolo.
  • A lavoro ultimato, ho decorato con quanto a disposizione: ho tagliato una striscia di un residuo di tenda, ma si possono riciclare anche centrini oramai in disuso o tovaglioli ancora inamidati, di tovaglie che oramai non esistono più! Ho ritagliato due <3 a mano libera, piegando il tessuto in due e ritagliando la metà degli stessi. Una volta aperto, il <3 avrà i due lati perfettamente identici…. o quasi!!! 😉

 

  • Ho applicato le decorazioni, creando l’effetto nella foto. La striscia di tessuto dona un effetto ondulato attorno al barattolo. Sul retro, ho fatto aderire perfettamente i due lembi, applicando del vinavil. Attenzione, il vinavil non aderisce su tutti i materiali, ecco perché lo spago intrecciato e chiuso a fiocco, per saldare meglio il cuore di panno.

wpid-2015-01-30-12-30-38-jpg-e1422636335357

Naturalmente, tutto dipende dalla fantasia, dalle esigenze, da ciò che si ha a disposizione. A questo punto, scontata è la domanda: che ci faccio con questi barattolini?!? Possono essere usati singolarmente come porta oggetti in cucina, io ne destinerò uno all’aglio! Oppure, si possono applicare ad una tavoletta di legno (un residuo di pallet o di cassetta da frutta, levigato e modellato) o ad uno dei tanti rami che le mareggiate invernali trascinano sulla riva. Mi piacciono “i doni del mare”, perché assumono un colore diverso e ho la sensazione che rappresentino qualcosa di unico, perché hanno viaggiato con le correnti… E’ sufficiente forare il retro del barattolo e la tavoletta di legno che verranno bloccati tra di loro con una vite ed un bullone. Oppure, due fori, uno sopra l’altro ed una fascetta (che non dovrà vedersi) da stringere bene. Questo porta piantine alternativo, può essere appeso applicando dei gancetti (quelli da quadro) oppure con un unico filo di spago grezzo, legato ai due lati del supporto di legno!

A presto Amici e grazie per l’attenzione che mi date!!! 🙂