Una famiglia in progress tra storie di cucina, risparmio e vacanze low budget

La nonna e i malanni di stagione!!!

I pinguini sono tornati… e con loro i malanni di stagione!!!

L’inverno 2014 è stata una stagione da dimenticare… abbiamo iniziato ad ottobre, con Mattia che aveva un mese, e concluso a maggio! Abbiamo collezionato: influenza, raffreddore, bronchiolite, tracheite… un inferno!!! Il piccolo era continuamente sottoposto a tortura: l’aspirazione del muco!!! Quella pompetta rappresentava il Suo incubo peggiore… 🙁

Quest’anno… e mentre lo dico: spargo il sale, incrocio le dita, faccio le corna… con la convinzione che se le nomini, arrivano… quest’anno siamo arrivati illesi.. udite, udite: a fine gennaio!!! Eppure, abbiamo avuto nonno e zia in visita, arrivati a braccetto con ad una batteria di germi da influenza che li ha costretti a letto con febbre e tosse. Mattia strafelice si è fatto spupazzare da entrambi ed io ero convinta che l’influenza avrebbe sterminato anche le nostre difese… invece, (scongiuro scongiurello…) pare di no!!!

Come abbiamo fatto?!? Prevenzione!!! Mamma, papino e Mattia si concedono una spremuta al giorno. Diciamo che la vitamina C non manca in casa nostra!!! Consumiamo cassette intere di arance ed il capo banda è Mattia, per il quale ci vorrebbe un aranceto sotto casa!!! Appena “svisa” gli agrumi nel cesto della frutta, punta i piedi e quel ditino… e con quell’insistenza a mitraglietta, mi convince a fargli anche il bis di spremuta!!!

Oltre alla vitamina C, ho imparato a mettere qualche goccia di Olio 31 negli umidificatori. Al rientro a casa o, comunque, a termosifoni accesi, veniamo pervasi da questo aroma fresco e naturale che ha un effetto benefico, in caso di naso leggermente chiuso. 🙂

Con il tempo abbiamo capito che mantenere casa ad una temperatura costante di 19/20° è importante. Mai oltrepassare i 20° e creare l’Africa, perché con i pinguini che bussano alla porta, il pericolo sbalzi di temperatura è uno dei motivi di tracheiti e raffreddori.

La prevenzione è importante, soprattutto se si ha un bimbo piccino in casa, ma se i primi sintomi di un malanno di stagione iniziano a bussare… allora, si possono combattere e i vecchi rimedi della Nonna sono infallibili!!!

Se è il piccolo di casa a soffrire, non riuscendo ad eliminare il muco, dobbiamo aiutarlo con l’aspiratore nasale. Si tratta di arnese da tortura, composto da un beccuccio da un lato (che serve a mamma o papà per aspirare) ed una pompetta al lato opposto che va inserita nella narice di nano. Non dimenticate mai di inserire il filtro di gomma piuma… come è successo a mio marito, alla Sua prima volta!! 🙂 Prima di effettuare l’aspirazione, è necessario mettere qualche goccia di soluzione salina oppure usate quella in spry. Attenzione, il capo va leggermente inchinato e girato sul lato. Lasciate agire qualche secondo e poi procedete all’aspirazione del muco. Con le soluzioni saline, che lo specificano nella confezione, si possono fare anche gli aerosol.

Per noi adulti, per il naso chiuso, la Nonna consiglia i suffumigi. Nell’acqua bollente possiamo mettere (in alternativa l’uno all’altro) una manciata di sale grosso; un cucchiaio di bicarbonato di sodio; 2 cucchiai di aceto di mele o l’olio 31. Sull’olio 31 e alle sue sue proprietà benefiche dedicherò un post. Io lo trovo ottimo, ma attenzione: essendo un mix di olii essenziali di piante, verificate che non scatenino allergie. Usatelo in presenza di neonato, solo dietro consiglio del pediatra. Tra l’altro, per noi adulti, potete metterne qualche goccia anche nel fazzoletto o nel guanciale, in modo da trarne sollievo nel riposo notturno. Scontato dire che i suffumigi possono essere ripetuti più volte al giorno e che oltre ad un sollievo dal raffreddore, provvede anche ad una pulizia del viso… che fa sempre bene!!! 😉

Combattiamo il mal di gola ed il naso chiuso anche con:

  • un caldo latte e miele;
  • o, ancora meglio, con un punch di vino caldo;
  • o un rum con miele e limone, anch’esso caldo. Anche solo l’odore, sturerà le vie respiratorie; 😉
  • oppure acqua calda, miele e limone prima di andare a nanna;
  • gargarismi con aceto di mele che costituisce un antiinfiammatorio naturale;
  • cipolla e aglio sono di sicuro effetto, ma li lasciamo ai più forti di stomaco. L’aglio va ingerito crudo. La cipolla va somministrata sotto forma di tisana: la buccia di una cipolla va messa in una tazza di acqua calda. Aglio e cipolla sono antiinfiammatori naturali.
  • masticando bastoncini di liquirizia.

Se i malanni di stagione portano anche un forte mal di schiena, la Nonna ci consiglia un altro rimedio naturale per combatterlo: riscaldate il sale grosso nel forno o in un tegame, mettetelo all’interno di un sacchetto di stoffa e posizionatelo dietro la schiena. Sollievo immediato!! Provare per credere!

Infine, qual è la Nonna che non consiglia:

  • un buon brodo caldo, meglio se di pollo (di casa);
  • arieggiare la casa;
  • cambiare le lenzuola dopo la febbre;
  • buttare i fazzolettini sporchi;
  • bere spremute;
  • non abusate dei farmaci, soprattutto degli antibiotici!!!

In ogni caso e soprattutto per i bimbi piccini, è importante il consulto con il pediatra. Ricordate che una cattiva pulizia del naso del piccolo può provocare la bronchiolite, ecco perché, anche se antipatico, il rimedio dell’aspiratore nasale è importante.

Se Ti piace Il Salvadanaio di Super Mamma e desideri ricevere aggiornamento sui nuovi post, diventa follower. Inserisci il Tuo indirizzo di posta elettronica sulla casella “segui via e-mail”, in alto, a destra dello schermo e sulla Tua casella di posta elettronica, clicca sulla mail che riceverai, per confermare di volermi seguire!! Grazie! 🙂